Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Acquedotto del Fiora: modifiche nel CdA, arriva Aldo Stracqualursi

Più informazioni su

di Lorenzo Falconi —

GROSSETO – Modifiche in corso nel CdA di Acquedotto del Fiora. Dopo la nomina di Tiberio Tiberi alla presidenza, avvenuta circa un anno fa, arriva qualche assestamento. Si tratta di «normali avvicendamenti», come spiegato dallo stesso presidente, secondo un percorso che però prevede alcuni passaggi intermedi. La prima notizia ufficiale è quella delle dimissioni di Alberto Irace dalla carica di consigliere di Acquedotto del Fiora. Ecco allora che Aldo Stracqualursi subentrerà in consiglio.

Originario di San Giovanni Incarico, in provincia di Frosinone, il sessantenne Straqualursi è direttore operativo rete di Acea Spa. Proprio all’interno del gruppo Acea, dovrebbero verificarsi alcuni spostamenti, in tal senso l’attuale amministratore delegato di Acquedotto del Fiora, ovvero Paolo Pizzari, è pronto insediarsi a Perugia, presso Umbra Acque. Un passaggio che lascerà vacante la carica che, verosimilmente, dovrebbe andare proprio a favore di Aldo Straqualursi. Saranno comunque i soci di Acquedotto a ratificare la nomina con il passaggio che diventerà effettivo a settembre.

Pizzari, in ogni caso, non lascerà completamente Acquadotto del Fiora, in quanto resterà in carica come consigliere. All’orizzonte si profila quindi un cambio fisiologico di manager, se non altro per i 12 anni trascorsi ad Acquedotto del Fiora da parte di Pizzari. Un periodo piuttosto lungo per un amministratore delegato che durante il suo mandato vanta alcuni risultati interessanti, come l’autonomia idrica dell’Isola del Giglio, il nuovo depuratore di Follonica e la stabilizzazione contrattuale di una parte del personale assunto.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.