Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La città che cambia: cantieri attivi per il nuovo look per la Stazione – FOTO e VIDEO

Più informazioni su

[youtube=http://youtu.be/7Mq7mNPOVBw&w=600]

di Lorenzo Falconi —

GROSSETO – Proseguono i lavori in piazza Marconi, i cantieri cittadini al momento interessano soprattutto la viabilità, ma appaiono necessari per rimodellare il nuovo look della Stazione. Proprio in questa zona è orami partito il cantiere più visibile, ovvero quello che interessa la realizzazione della rotatoria all’incrocio con via Mameli. Si tratta della seconda parte del primo stralcio dei lavori (sono tre in totale) di riqualificazione dell’area, per un importo di 650 mila euro provenenti dalle casse comunali. Già attivo da qualche mese, invece, il cantiere relativo alla prima rotatoria nell’area dell’ex scalo merci, dove verrà realizzata anche una “bretella” di congiungimento tra il nuovo terminale degli autobus e il nuovo parcheggio.

«E’ un impegno importante – spiega il sindaco Emilio Bonifazi -, stiamo realizzando un’opera di riqualificazione che da tempo i cittadini richiedevano. In totale, i lavori che interessano la zona della Stazione ferroviaria, ammontano a circa 3 milioni e mezzo di euro e dovranno essere ultimati entro dicembre del 2015. «Abbiamo previsto che i lavori della seconda parte del primo stralcio, vengano conclusi entro ottobre – spiega l’assessore Giuseppe Monaci -, appena ultimato partiranno altri cantieri riguardanti la seconda fase. In questo momento ci stiamo occupando della viabilità, ci sarà da sopportare qualche disagio, ma contiamo di rispettare i tempi previsti». Il secondo stralcio dei lavori riguarderà l’area dell’ex scalo merci con la realizzazione del parcheggio pubblico da 142 posti auto e 45 stalli coperti per i motocicli. Con il terzo, invece, arriveranno piste ciclabili e spazi pedonali, oltre a opere di arredo urbano. L’ammontare dell’intera opera è suddivisa tra gli oltre 850mila euro finanziati dalla Regione Toscana e i quasi 2,7 milioni sborsati dal Comune di Grosseto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.