Quantcast

Al via l’Amiata Piano festival: dopo l’inaugurazione il concerto doppio uomo-robot

CINIGIANO – Conto alla rovescia per la decima edizione di Amiata Piano Festival. La prestigiosa rassegna musicale toscana, sostenuta dalla Fondazione Bertarelli, prende il via la prossima settimana con la prima serie di concerti, intitolata a “Baccus”, il dio del vino. Quattro date, tutte a Poggi del Sasso, nel comune di Cinigiano, a cominciare dal Gala di inaugurazione di giovedì 26 giugno, dove brilleranno dieci stelle del concertismo mondiale: una per ogni anno di storia del festival. Oltre al pianista Maurizio Baglini e alla violoncellista Silvia Chiesa (rispettivamente direttore artistico e artista residente), saliranno sul palco il chitarrista Giampaolo Bandini, il violista Simonide Braconi, la violinista Amanda Favier, il clarinettista Corrado Giuffredi, il sassofonista Javier Girotto, il pianista Wolfram Schmitt-Leonardy, il violinista Pavel Vernikov e il violoncellista Clemens Weigel. Programma a sorpresa, ma senza steccati tra i generi, con musiche che spazieranno da Schumann ai tanghi di Piazzolla e da Ravel ai Beatles.

Venerdì 27 si potrà invece assistere a un’appassionante gara tra uomo e macchina: Roberto Prosseda, uno dei maggiori pianisti italiani, e il “collega” robot TeoTronico si sfideranno a suon di Chopin, Scarlatti e Mozart. Sabato 28 il celebre pianista iraniano Ramin Bahrami interpreta l’amato Bach in duo con uno dei più apprezzati flautisti italiani, Massimo Mercelli. Domenica 29 la serie si conclude con le seduzioni dell’arpa di Floraleda Sacchi, nella suggestiva Chiesa di Montecucco. Tutti gli altri concerti si svolgeranno invece nella Sala Musica Collemassari del Podere San Giuseppe: un gioiello di acustica, utilizzato anche per registrazioni discografiche.

Tutti i concerti inizieranno alle ore 19.00. Durante l’intervallo agli ascoltatori verrà offerta una degustazione dei pregiati vini prodotti dalla Cantina ColleMassari.

Infotel. 339-4420336

 

 

 

Commenti