Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nasce la Consulta della Disabilità per una città più attenta alla dignità

Più informazioni su

di Lorenzo Falconi —

GROSSETO – La Consulta della Disabilità si presenta ufficialmente dopo che il 30 gennaio scorso il consiglio comunale aveva votato all’unanimità il regolamento dei 13 articoli che istituiscono un nuovo organismo destinato a rappresentare le esigenze dei diversamente abili e a tradurle in proposte concrete. «Si tratta di uno strumento che garantisce voce in capitolo ai disabili – ha detto il Sindaco Bonifazi – in modo da affrontare e contribuire a risolvere quei problemi quotidiani che rendono spesso ancora più difficile la vita e l’esercizio dei propri diritti a chi già vive una condizione di limitazione fisica». Pieno ascolto sarà dato ai rappresentanti delle associazioni cittadine che ne fanno parte e che hanno anche promosso l’iniziativa in accordo con l’amministrazione attraverso gli uffici dei servizi sociali comunali.

«Una città più a misura delle disabilità – ha aggiunto l’assessore Goretti – e quindi più attenta alla dignità delle persone, garantendo la fruibilità di quello che a tanti cittadini sembra facile ma che ancora non lo è per tutti». Parole che hanno trovato l’appoggio di Luciana Pericci, eletta il 16 aprile scorso: «Non sarà attività estemporanea – precisa la presidente -, perché non avremo un ruolo passivo. Se ognuno degli interpreti ci metterà qualcosa di suo, completeremo il puzzle e la consulta sarà in grado di camminare con gambe proprie». La Consulta si riunirà mensilmente, discuterà e quindi proporrà idee e soluzioni all’amministrazione comunale e specificamente alla Commissione abbattimento barriere accessibilità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.