Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Atletica Paralimpica: stelle per lanci e salti. Tante sfide da seguire

Più informazioni su

GROSSETO – Lo stadio Zecchini di Grosseto si prepara ad accogliere gli Italian Open Championships 2014, meeting internazionale di atletica paralimpica e sesta tappa del circuito IPC Athletics Grand Prix. All’evento parteciperanno 340 atleti provenienti da ogni angolo del mondo. Le gare, valide come Campionati Paralimpici Assoluti, si svolgeranno in due giornate: sabato 31 maggio e domenica 1° giugno. Oltre alle competizioni su pista, anche nei salti e nei lanci sono attesi tanti atleti che promettono di realizzare notevoli prestazioni.

Al maschile, annunciato lo statunitense Jeremy Campbell che è il primo atleta paralimpico della storia ad aver superato i 60 metri nel disco F44, specialità in cui ha vinto l’oro ai Giochi di Pechino e Londra. Nella categoria F42 l’uomo da battere sarà il 23enne britannico Aled Davies, campione del mondo e paralimpico nel disco, mentre il viceiridato Draženko Mitrović (Serbia) è il protagonista atteso tra gli F54 nei lanci. Il salto in lungo vedrà invece in azione il tedesco Markus Rehm, capace di un formidabile 7.95 per la sua vittoria ai Mondiali 2013 nella gara T44, e anche lo statunitense Elexis “Lex” Gillette si presenterà nel capoluogo maremmano da campione iridato in carica T11. Fra gli azzurri, un nome nuovo da seguire è quello del lanciatore Oney Tapia: di origine cubana e bergamasco di adozione, ex giocatore di baseball nel ruolo di esterno, che detiene il record italiano del disco F11 con 30.99. Nel lungo T44 ci saranno atleti affermati come il piemontese Roberto La Barbera, argento alle Paralimpiadi di Atene.

Tra le donne uno dei principali motivi d’interesse è dovuto alla presenza di Assunta Legnante, che ha vinto l’oro alle Paralimpiadi di Londra nel getto del peso F11 per riprendere il filo di una carriera di primo piano, culminata con il successo agli Europei indoor del 2007 e interrotta dopo la perdita della vista. Nella scorsa stagione ha vinto i Mondiali di Lione con il record iridato di 16.79, ma a Grosseto si metterà alla prova anche nel disco e nel giavellotto. Senza dimenticare atlete plurititolate come la tunisina Maroua Ibrahmi, medaglia d’oro a Londra e alla successiva rassegna iridata nel lancio della clava F32.

Appuntamento allo stadio Zecchini che ospiterà la maggior parte delle competizioni, mentre il campo scuola Bruno Zauli sarà la sede delle gare di lanci (disco e clava) per alcune categorie. Tre le sessioni previste: sabato mattina dalle ore 9.00 alle 13.30 circa, sabato pomeriggio dalle 15.00 alle 20.00 e domenica mattina dalle 9.00 alle 13.30, mentre nella giornata di venerdì non ci saranno gare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.