Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

7 milioni per rendere sicuro l’Ombrone con un materasso gigante – VIDEO e FOTOBOOK foto

Più informazioni su

 [youtube=https://www.youtube.com/watch?v=ZZDZ0csmI-Q&w=600]

di Daniele Reali —

GROSSETO – Sette milioni di euro e tre cantieri aperti per garantire maggiore sicurezza alla città. Gli interventi finanziati dalla provincia con fondi che la regione Toscana ha messo a disposizione del territorio dopo l’alluvione del novembre 2012, riguardano l’argine destro dell’Ombrone che sorge a protezione della città.

Dalla Steccaia a Ponte Tura fio al Berrettino il tratto interessato dai lavori è lungo circa 3 chilometri e mezzo: un primo lotto sarà completato i primi di settembre, un secondo a fine novembre. L’ultimo stralcio, le cui opere sono state avviate lo scorso aprile, sarà completato, invece, nel giugno del 2015. I lavori permetteranno di aumentare l’impermeabilità dell’argine e contenere al massimo gli assestamenti. Soluzioni tecniche, queste, già realizzate e verificate positivamente nel tratto di argine compreso tra la rampa di Grancia e il ponte sulla provinciale 154 nel corso degli anni 2000 e 2001.

In pratica l’argine viene rivestito prima con un materiale “tessuto non tessuto” poi con un materasso speciale di roccia e poi con una guaina. Alla fine tutto viene ricoperto e grazie ad uno speciale macchinario nel nuovo terreno viene sparato un mix di semi e acqua che garantisce in breve tempo la riqualificazione ambientale dell’argine.

“Sette milioni di euro sono, senza ombra di dubbio, un investimento importante – commenta Fernando Pianigiani, assessore provinciale alle Infrastrutture – che, di fatto, aumenta la sicurezza idraulica della città di Grosseto. Un finanziamento, questo, che proviene da risorse della Regione e che la Provincia ha impegnato, con scrupolo e attenzione, per rendere più tranquilli i cittadini e per garantire i loro beni”.

L’intervento si è reso necessario perché l’argine è stato interessato nel corso degli ultimi anni da consistenti e ripetute piene che hanno impegnato in maniera eccessiva le arginature per periodi prolungati, causando fenomeni di assestamento localizzati che in alcuni tratti hanno assunto anche particolare intensità e che hanno determinato la necessità di procedere con interventi di somma urgenza.

“L’Ombrone può essere un fiume amico – commenta Leonardo Marras, presidente della Provincia di Grosseto – ma solo se siamo capaci di entrarci in rapporto. In questo senso va conosciuto, rispettato e dobbiamo saper interagire costantemente con la sua forza. Gli interventi che la Provincia sta realizzando, oltre ad andare nella direzione della sicurezza per la città, stanno a significare che la convivenza è possibile.”

(per ingrandire cliccare sulle foto)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.