Quantcast

Un’altra maremmana candidata alle europee: il presidente del parco della Maremma Lucia Venturi

di Barbara Farnetani

GROSSETO – «Questa scelta per me è stata piuttosto naturale sono sempre stata piuttosto attiva in politica, come già con Legambiente». Lucia Venturi, presidente del parco della Maremma, candidata al Parlamento europeo sotto la bandiera dei Verdi spiega i motivi del suo impegni. «Nonostante la ricerca di dialogo con gli altri partiti e sopratutto la ricerca, nei loro programmi, dei temi ambientali, sono rimasta delusa dalle altre formazioni, per cui i temi ambientali sono di fatto marginali e che non hanno dimostrato sufficiente voglia di cambiare».

«O si va nella direzione che le questioni ambientali siano il fulcro di un nuovo sistema o non si va da nessuna parte – prosegue Venturi – in questa avventura ho ritrovato molti compagni di viaggio di tanti anni, tra cui Della Seta, molti imprenditori con cui c’è sempre stato un dialogo e una simile rappresentazione delle cose. Per questo ho accettato la richiesta di candidarmi».

«Purtroppo in questa tornata elettorale si è parlato poco e male di Europa, e invece ce ne è un forte bisogno. Va cambiata – continua Venturi – ed è fondamentale che la componente ambientalista abbia una una parte maggiore. Un’altra Europa è possibile. La mia è una candidatura di bandiera, mi sono resa disponibile per ciò in cui credo, perché questo è l’inizio di un percorso nuovo».

Commenti