Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Treni, bonus ai pendolari per i disservizi di aprile: ecco la modulistica

Più informazioni su

FIRENZE – Gli abbonati delle linee Prato–Bologna e Parma–La Spezia hanno diritto al bonus previsto dal contratto di servizio tra Regione e Trenitalia per i disservizi registrati sulla rete regionale durante il mese di aprile. I titolari di abbonamenti mensili e annuali, sia a tariffa regionale Toscana che Integrata Pegaso, in possesso dei requisiti previsti, possono chiedere il bonus entro il 10 giugno 2014, attraverso questo modulo. Queste due linee, tra le 13 gestite da Trenitalia in Toscana, hanno superato l’indice di minimo di riferimento del 4% e quindi hanno ha diritto al bonus di rimborso. L’indice di riferimento è calcolato considerando l’andamento del servizio linea per linea, in particolare i treni soppressi (minuti di servizio non resi) ed i ritardi in minuti accumulati in arrivo, in entrambi i casi per cause imputabili al gestore del servizio o al gestore della rete.

Migliora la puntualità media Nel mese di aprile si conferma il netto miglioramento delle prestazioni di servizio già registrato nei mesi precedenti: l’indice di puntualità medio di aprile risulta del 92%, pari a quello registrato a marzo e superiore di 2 punti percentuali rispetto allo stesso mese di aprile 2013. La maggior parte delle linee risultano con indice di puntualità superiore a 90%: in particolare si confermano le buone prestazioni della linea Firenze – Lucca – Viareggio (92,5%), della Siena – Chiusi (90%): indice basso si riscontra questo mese sulle linee del nord-ovest, Tirrenica Nord (83%) e Pontremolese (87,3%); quest’ultima in virtù del minore numero di treni circolanti, paga il bonus ai suoi abbonati. Da segnalare ad aprile la prestazioni particolarmente positive della Lucca – Aulla, linea da sempre critica e con frequente superamento dell’indice di riferimento, che da due mesi presenta una puntualità in crescita e ad aprile ha superato la soglia del 90%, segnando 91,1%; l’indice di riferimento in questo caso si è fermato a 2,9%, rimanendo di molto al di sotto della soglia del 4.

Chi ha diritto al bonus? Hanno diritto al bonus i titolari di abbonamenti mensili e annuali a tariffa regionale e integrati Pegaso nel caso in cui l’indice superi il valore 4.0. L’indice di riferimento viene calcolato con una specifica formula che tiene conto, mese per mese, dei tempi di ritardo e delle soppressioni effettuate rispetto al servizio programmato, e rappresenta quindi una misura del disservizio sulla singola linea.

Quanto vale il bonus? Per gli abbonamenti mensili Trenitalia il 20% del valore del titolo di viaggio. Per gli abbonamenti annuali Trenitalia il 10% del valore di 1/12 del titolo di viaggio. Per gli abbonamenti mensili Pegaso: Il 15% del valore della sola tariffa extraurbana. Per gli abbonamenti annuali Pegaso: il 7,5% del valore di 1/12, della sola tariffa extraurbana.

Dove trovare l’indice del mese? A partire dalla fine del mese successivo a quello di validità dell’abbonamento nelle biglietterie e sui monitor informativi in stazione; chiamando il numero verde regionale 800.570.530; scrivendo a bonus.drt@trenitalia.it; visitando la pagina Indennizzi del sito di Trenitalia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.