Quantcast

“Vivere in paese”, il progetto di Eva Bonini per chi resta a Magliano

MAGLIANO IN TOSCANA – «I nostri paesi sono una ricchezza – dichiara Eva Bonini, candidata a sindaco di Magliano, con la lista di centrosinistra Viva Magliano Viva -. Abbiamo un patrimonio enorme e ne siamo consapevoli. Per tutelarlo e metterlo a frutto, con il progetto Vivere in paese, proponiamo una serie di azioni: la manutenzione edilizia, sostegni per il rinnovo di facciate e permessi facili per ristrutturazioni e restauri; La manutenzione quotidiana. Pensiamo a piccole imprese e associazioni a cui affidare le piccole manutenzione delle frazioni: dalla lampadina, alle erbacce, dal ripristino di una buca alla segnalazione di rifiuti abbandonati; I beni storici».

«Manutenzione e valorizzazione delle mura di Pereta, Magliano e Montiano; Le case per le giovani coppie – continua Bonini -. Ci sono case vuote, da tempo disabitate lavoriamo insieme all’EPG per farle diventare alloggi popolari; Il verde ci fa belli. Realizziamo il viale verde di schermatura alla zona artigianale di Magliano; Le regole? Le cambiamo e le facciamo chiare e semplici. Sarà una priorità cambiare i regolamenti comunali. Poche regole da rispettare e un programma di interventi nei centri urbani e nelle zone rurali condivisi con le persone; Le piazze sono una ricchezza. Facciamo in modo che siano salotti, accoglienti, comodi dove la comunità si possa ritrovare»

«La vita ha una fine, dove riposare. I nostri cimiteri hanno bisogno di attenzione, riordino e ristrutturazione. Devono essere luoghi ospitali per i resti mortali e per coloro che visitano i loro cari. I paesi non sono dei musei – conclude Bonini -. Con il progetto Vivere in paese vogliamo facilitare le scelte di chi in paese vuole restare e rendere vantaggioso anche il trasferimento di coloro che decidono di abbandonare la città per cercare un buon rifugio».

 

 

Commenti