Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Matrimoni gay? Fratelli d’Italia dice no. «Quella di Gavorrano mossa elettorale»

Più informazioni su

GAVORRANO – «In Italia non è ammesso il matrimonio fra gay. Questa è la nostra legge e non sarà la sentenza di un Tribunale a cambiarla. Le leggi si fanno In Parlamento oppure per referendum popolare». Inzia così la nota del circolo di Gavorrano di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, che commenta la recente mozione depositata dal Centrosnistra Unito che governa il comune minerario.

«Leggere che l’amministrazione di Gavorrano – si legge nella nota – vuole seguire la linea adottata dal comune di Grosseto in merito ai matrimoni gay , mi sa tanto di spot elettorale considerando che siamo a pochi giorni dalle elezioni, sacrificare la famiglia tradizionale per interessi politici la dice lunga sulla coerenza della sinistra cerchiobottista del Pd: per i gay, ma clericali, col popolo, ma amici di De Benedetti».

«Per quanto riguarda le coppie di fatto ben vengano ulteriori norme a tutela delle coppie eterosessuali. Pretendere gli stessi diritti dei “normali matrimoni” e/o delle famiglie riconosciute dalla Costituzione è inaccettabile».

«Fratelli d’Italia auspica che l’ attuale amministrazione comunale, oltre a fare campagna elettorale,  si interessi seriamente dei veri problemi del comune, che non sono i “matrimoni gay” ma i fabbisogni dei cittadini quali: sviluppo del territorio,  sicurezza, diminuzione delle tasse, ristrutturazione e messa in sicurezza delle infrastrutture comunali – scuole, asili, cimiteri, parchi gioco dei bimbi – e se non chiediamo troppo, delle strade di tutto il Comune, sempre più malridotte e pericolose».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.