Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Music & Wine”: speciale anteprima per Passione Maremma

GROSSETO – Anteprima musicale del festival internazionale Music & Wine: l’appuntamento è sabato 17 maggio alle 18 al Cassero Senese di Grossseto, in occasione di Passione Maremma Wine&Food Shire. Con un concerto organizzato dall’associazione Amici del Quartetto, grazie alla collaborazione dell’assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Grosseto e della Camera di Commercio, il pubblico potrà ascoltare i virtuosismi di Carlo Aonzo, eclettico mandolinista italiano noto in tutto il mondo accompagnato dal suo “quartetto” composto da Claudio Massola al clarinetto flauti e organetto, Lorenzo Piccone alla chitarra, Luciano Puppo al contrabbasso e Loris Lombardo alle percussioni. Il concerto, dal titolo “Mandolin cocktail… Il mandolino a diverse latitudini del mondo”, presenta il mandolino come interprete di qualsiasi genere, in grado di spaziare nelle epoche e negli stili. Un programma di musiche di diversa estrazione, dalle sonorità tzigane alla tarantella, dal ragtime alla mazurca, dalla serenata al blues, dalle composizioni tradizionali occitane a quelle orientali. Il concerto, a ingresso gratuito, sarà anche l’occasione per presentare il programma ufficiale del Festival “Music&Wine” 2014 che quest’anno si terrà dal 17 luglio al 5 agosto, sempre al Cassero Senese e che, come oramai da tradizione, sarà arricchito da degustazioni eno-gastronomiche a cura del Consorzio tutela del Morellino di Scansano e da Coldiretti

Carlo Aonzo è un maestro mandolinista noto nel mondo per aver divulgato il mandolino classico con tournée in tutta Europa, in Giappone e negli Stati Uniti dove da anni tiene a New York un corso di insegnamento. Nel suo quintetto Carlo ha voluto con sé alcuni dei musicisti liguri che ritiene più idonei a suonare con lui questo repertorio. Attraverso la riproposta di musiche della tradizione di diversi popoli e nazioni del mondo potrete viaggiare con grandi interpreti dei loro strumenti e della musica tradizionale. Un viaggio affascinante e coinvolgente, con ritmi, timbri e suoni sempre cangianti e nuovi eppure legati a ciò che era ed è la musica per chi la vive veramente nel profondo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.