Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spending review: il Comune di Grosseto trasferisce gli uffici in affitto

Più informazioni su

GROSSETO – Sono pronti i nuovi provvedimenti mirati a ulteriori azioni di valorizzazione del patrimonio comunale e all’abbattimento delle spese legate agli affitti passivi. È stata infatti approvata la delibera di Giunta con la quale l’amministrazione di piazza Duomo riorganizza parte dei propri settori e uffici, nell’ottica di utilizzare al meglio quegli immobili di proprietà, per varie ragioni ormai inutilizzati, ottemperando così ai diktat della normativa nazionale sulla spending review e sulla riduzione della spesa pubblica.

I primi sportelli a essere spostati saranno quelli ospitati nell’edificio di proprietà del Consorzio agrario della Maremma toscana in via Roma a Grosseto. Si tratta degli sportelli ambiente, agricoltura, affari animali e demanio marittimo. Per loro sono disponibili nuovo locali nelle ex sedi circoscrizionali di via Papa Giovanni XXIII e in via Unione sovietica, così come le sedi comunali di viale Sonnino e via Colombo. L’allestimento degli uffici nelle nuove sedi sarà ultimato nei prossimi mesi, cosa questa che permetterà al Comune di Grosseto di disdire il contratto di locazione per i locali di via Roma entro la fine dell’anno.

Questo provvedimento è inserito in una serie di altri atti, a cui l’amministrazione sta lavorando da tempo ormai, proprio nell’ottica di una revisione complessiva dei capitoli d’uscita del bilancio comunale iniziata già nel 2006.

La previsione è quella di disdire 1° gennaio 2015 anche i contratti degli uffici attualmente accolti negli immobili di via Gramsci e in largo Ciro Menotti. A questo si aggiungeranno i risparmi sugli affitti passivi per i locali utilizzati dalla ex “Grosseto parcheggi” ed ex “Investia”. Grazie a queste operazioni di riorganizzazione della logistica degli uffici pubblici, il Comune di Grosseto potrà contare su un taglio dei costi degli affitti passivi che potrà arrivare fino a 300mila euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.