Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Miniera a memoria: a Ribolla due iniziative sulla tragedia del ’54

Più informazioni su

RIBOLLA – La miniera sarà di nuovo protagonista degli appuntamenti in programma per domani, martedì 13 maggio, dalle 9.15, al centro civico e Porta del Parco in piazza della Libertà a Ribolla.

Nell’ambito delle celebrazioni per il 60° anniversario della strage di pozzo Camorra, che il 4 maggio 1954 costò la vita a 43 minatori, infatti, si terranno gli incontri dal titolo “Voci di lignite e immagini di minatori e miniere nel tempo e nello spazio”, foto e letture a cura di Walter Scapigliati, Gabriella Pizzetti, Luciano Sansone e Salvatore Coppola” e, dalle 10, il laboratorio di microstoria a cura di Isgrec – Istituto storico per la resistenza e l’età contemporanea” – e della Fondazione memorie cooperative “Ribolla, il tempo della miniera nel tempo della sua comunità”.

Saranno presentati i lavori delle classi IV B e II F dell’Isis di Grosseto che hanno realizzate a partire proprio da documenti e testimonianze sulla tragedia mineraria di Ribolla. Quell’avvenimento, infatti, ha segnato la storia di una comunità e la sua evoluzione, ma non sarebbe comprensibile se non fosse messa in relazione con la storia d’Italia: il mondo del lavoro, la vita economica e sociale, lo sviluppo del sistema cooperativo.

Gli eventi in programma domani rientrano nell’edizione 2014 de “La miniera a memoria”, promossa da Comune di Roccatrada, insieme a Coeso Società della Salute, Parco tecnologico archeologico delle Colline metallifere, con il patrocinio della Provincia di Grosseto e della Regione Toscana e la collaborazione di Cgil, Fondazione Memorie Cooperative, Isgrec, Maestri del Lavoro, Anmil e Fondazione Bianciardi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.