Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

100 anni per le strade della Maremma: parte il Bibliobus. Nel weekend i primi due percorsi

GROSSETO – C’è ancora tempo per iscriversi al “Bibliobus di Rama”, tre itinerari gratuiti, in autobus, alla scoperta della Maremma da vedere e da leggere, in programma sabato 10, domenica 11 e sabato 17 maggio.

Una iniziativa pensata per celebrare il secolo di vita della Rete automobilistica maremmana amiatina, rievocando l’idea bianciardiana del rapporto tra cultura e viaggio.

A bordo una doppia narrazione: la guida ambientale racconterà il paesaggio che scorre fuori dai finestrini, un’attore interpreterà alcuni passi di autori che hanno contribuito a celebrare la Maremma attraverso la letteratura: da Dante Alighieri, a Carlo Cassola, da Luciano Bianciardi ad Alfio Cavoli.

L’iniziativa è promossa da Rama con il sostegno di Tiemme, la collaborazione della Fondazione Bianciardi, che si è occupata della scelta dei libri dedicati ai 3 diversi itinerari; e di Maremmagica -guide turistiche e ambientali. E’ inoltre patrocinata da Provincia e Comune di Grosseto, Parco Nazionale delle Colline Metallifere Grossetane, Parco regionale della Maremma, Unione dei Comuni Amiata Grossetana, Passione Maremma – Wine&food Shire.

Il primo itinerario, dedicato al passato minerario della Maremma e all’importanza del mezzo pubblico per trasportare i lavoratori, è in programma sabato 10 maggio, con partenza alle ore 9 da Grosseto, piazza Barzanti e rientro alle 14. In questo viaggio sarà doppio il legame con Bianciardi: lo scrittore maremmano infatti attraversava la Maremma in autobus per portare i libri nelle campagne, con la volontà di avvicinare le persone alla cultura. Inoltre, Bianciardi è stato uno dei testimoni della tragedia di Ribolla, di cui quest’anno ricorre il sessantesimo anniversario. Bianciardi era affacciato alla galleria del cinema che fu trasformato in camera ardente per accogliere i corpi dei minatori; e da quella balaustra “sentì piangere il dolore nelle diverse lingue d’Italia.” Prima tappa dell’itinerario sarà Ravi, dove il paesaggio minerario degli anni cinquanta è ancora vivo. Dopo la visita guidata al Parco minerario, si proseguirà verso Follonica con la visita al Museo Magma recentemente aperto al pubblico. Da qui sarà possibile comprendere l’importanza dell’industria siderurgica per lo sviluppo sociale ed economico della provincia. A bordo letture tratte da “I minatori di Maremma” di Carlo Cassola e Luciano Bianciardi; La vita agra di Luciano Bianciardi, con la partecipazione dell’attrice Susanna Bartali.

Il secondo itinerario dedicato alla montagna si terrà domenica 11 maggio, con partenza alle 9 da Grosseto, piazza Barzanti, pranzo al sacco e rientro alle 17. Sarà un suggestivo viaggio tra storia e natura, in onore delle origini di Rama: la società, fondata nel 1913, inizia infatti la sua attività con l’apertura delle linee Roccalbegna-Grosseto e Roccalbegna-Stazione di Monte Amiata. Questo ipercorso prevede un’escursione guidata al Parco faunistico dell’Amiata e la visita a Santa Fiora, alle Robbiane e alla chiesa delle Sante Flora e Lucilla. Sarà arricchito dalle letture di alcuni passi del Purgatorio di Dante Alighieri dedicati a Santa Fiora; Notizie dall’Amiata di Eugenio Montale; Il Cerchio si chiude, di Ernesto Balducci; racconto di Roccalbegna di Giulia Pandolfi e Marisa Raffo; Giochi e passatempi dei ragazzi di ieri: immagini di vita raccolte nel territorio da Alessandro Giustarini. Le letture saranno dell’attore Ezio Vecchioni.

Il terzo itinerario, con l’autobus elettrico, è dedicato al mare e alla natura. Si terrà sabato 17 maggio, sempre con partenza alle 9 da Grosseto, piazza Barzanti e rientro alle 14 e 30. Sarà un omaggio al ruolo importante che Rama ha svolto in 100 anni per trasportare i grossetani verso le spiagge: dal luglio 1919 Rama effettua il primo servizio Grosseto-San Rocco e Grosseto-Castiglione della Pescaia per le “bagnature”. L’itinerario prevede la visita alla “Sciangai” di Marina di Grosseto accompagnati dal fotografo Carlo Bonazza, che proprio a questo quartiere ha dedicato un libro, poi con l’autobus elettrico si entra nel Parco regionale della Maremma, si prosegue a piedi con un itinerario fino alla spiaggia di Collelungo. Al rientro è possibile partecipare alla degustazione di prodotti tipici all’interno del Maremma Wine&food Shire (in questo caso il biglietto a carico dei visitatori). Il viaggio sarà arricchito da alcune letture tratte da Sciangai del fotografo Carlo Bonazza; San Rocco di Beppe Guerrini; la Maremma si racconta: dalla preistoria all’istituzione del Parco naturale di Alfio Cavoli. Con la partecipazione dell’attore Matteo Petrini.

La partecipazione è gratuita, è obbligatoria la prenotazione inviando una mail a ramacento@gmail.com; I 3 viaggi saranno documentati sulla pagina facebook del centenario di Rama  www.facebook.com/Ramacento; Info: segreteria del Centenario 333 9377759 ramacento@gmail.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.