Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Socialismo Democrazia Ambiente: «Siamo la novità del centrosinistra»

FOLLONICA – Tre partiti e un’unica lista. Si tratta di “Scoialismo Democrazia Ambiente”, il progetto politico elettorale nato a sostegno della candidatura a sindaco di Andrea Benini. Un progetto che viene presentato dagli stessi promotori come una novità importante nello schieramento di centrosinistra sopratutto su temi concreti in ottica riformista.

«Con la nostra partecipazione alla coalizione di centro sinistra intendiamo apportare un contributo di novità all’alleanza su temi importanti per la vita dei cittadini e di cui anche la sinistra deve iniziare a farsi carico interpretandoli in chiave moderna e riformista. Oggi parliamo di  Sicurezza e integrazione sociale: due facce della stessa medaglia».

«Se La crisi economica ha incrementato e prodotto nuove forme di  disagio sociale è nostro compito interessarsene.  La repressione fine a se stessa non può che procurare un aumento delle varie forme di violenza.  Monitoraggio della situazione sociale in città, prevenzione e integrazione rappresentano strumenti indispensabili per affrontare un problema, ricordiamolo, non solo follonichese. Per questo, è nostra opinione confrontarci con i cittadine per predisporre un piano di videosorveglianza nei quartieri e nella aree maggiormente a rischio   Molti i quartieri da coprire: dalla zona industriale alla corti nuove, dalla 167 ovest fino alle pinete passando per le vie del centro cittadino».

«Un investimento importante che dovremo portare a termine nel corso della prossima legislatura. Crediamo, pero, che la funzione della nuova amministrazione non si esaurisca nel controllo.   Ma che la prevenzione sia altrettanto indispensabile da attuare attraverso un tavolo permanente con le forze dell’ordine, le scuole, le associazioni di categoria e del volontariato per favorire una collaborazione costante tra le parti utile a monitorare ed intervenire ai primi focolai di disagio sociale ed individuare insieme gli strumenti idonei a favore l’ integrazione. Infine pensiamo anche ad un rilancio dell’insegnamento dell’educazione civica ai ragazzi. Nel frattempo dovremo profondere ogni sforzo per arrivare all’apertura della la nuova caserma del comando di compagnia del Carabinieri. Un salto di qualità fondamentale per la nostra città».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.