Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

5 per mille 2012, online gli elenchi regionali degli ammessi e degli esclusi

FIRENZE – Sono disponibili gli elenchi del 5 per mille 2012 per la Toscana, con i dati completi relativi sia al numero delle scelte espresse dai contribuenti sia agli importi attribuiti agli enti che hanno chiesto di accedere al beneficio, con le informazioni su Province e Comuni. I nuovi elenchi sono consultabili online sul sito toscana.agenziaentrate.it, nella sezione Documentazione > Elenchi cinque per mille.

L’identikit geografico del 5 per mille – Più trasparenza nelle scelte espresse e nei relativi importi. È la motivazione che ha guidato l’attuale restyling degli elenchi del 5 per mille nel nuovo formato “regionale”, che esordisce in coincidenza con la pubblicazione degli importi e delle scelte relative al 2012. Gli elenchi degli ammessi e degli esclusi, in aggiunta ai dati consueti – codice fiscale, denominazione, numero di scelte e importi – sono corredati con le informazioni sulla Provincia e sul Comune in cui ha sede l’ente, fissando un’istantanea geografica sui flussi del 5 per mille.

Il 5 per mille in Toscana – I contribuenti toscani hanno distribuito con il 5 per mille più di 15 milioni di euro attraverso le loro 548.000 scelte, la maggior parte delle quali è stata destinata alle Onlus e agli enti del volontariato.

Mezzo milione di toscani ha destinato, infatti, circa 14 milioni di euro a 2.357 Onlus e associazioni di volontariato.

Oltre 23mila contribuenti hanno deciso, invece, di destinare il proprio 5 per mille al comune di residenza, per un totale di 546mila euro. Tra i capoluoghi di provincia i maggiori beneficiari sono stati nell’ordine Firenze, Livorno e Prato, mentre tra i comuni non capoluogo spiccano Monteriggioni, Sesto Fiorentino e Poggibonsi.

Sono state 10.681 le scelte destinate alle associazioni sportive dilettantistiche, per un totale di 375mila euro e 4.358 quelle per gli enti della ricerca sanitaria per un importo totale che ha sfiorato i 205mila euro. Infine 9.114 contribuenti hanno deciso di devolvere il 5 per mille ad enti della ricerca scientifica e dell’università per un importo complessivo di 496mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.