Quantcast

Simona Bonafè in visita al Madonnino: «Maremma terra di eccellenze per il Made in Italy»

di Lorenzo Falconi --

BRACCAGNI - «Se sarò eletta al Parlamento europeo non dimenticherò il legame con il territorio, non scapperò e sarò presente». Con questi presupposti Simona Bonafè, candidata del Pd in Europa, si è recata in visita alla Fiera del Madonnino, in una mattinata contraddistinta da incontri ma anche dalla campagna elettorale che la capolista dei democratici ha di fatto inaugurato. «Il Pd sta intraprendendo un nuovo percorso politico che sta portando al cambiamento - ha spiegato Bonafè -, anche per quanto riguarda la concezione di Europa. Il Parlamento europeo, in passato, è stato visto come un "cimitero di elefanti" per politici a fine carriera che spesso ricoprivano altri incarichi. Adesso il vento sta cambiando e la mia candidatura servirà anche a questo. Il Pd si sta interessando all'Europa e vuole farlo in modo serio e corretto, perché il 60% delle decisioni in ambito nazionale, sono prese sulla scia di ciò che viene stabilito dalla comunità europea». Simona Bonafè poi, si è soffermata a parlare del territorio e di una politica locale che a cascata può trarre benefici da ciò che accade in Europa: «Se prendiamo come esempio la Maremma, siamo di fronte ad un territorio dalle grandi eccellenze, soprattutto per quanto riguarda il Made in Italy. Si tratta di un territorio che ha le sue peculiarità non solo collegate all'agroalimentare, ma anche al paesaggio e quindi al turismo sostenibile. Per sviluppare questi concetti occorre fare squadra, a questo servirà il mio impegno in Europa, considerando che il territorio esprime già un parlamentare di valore come Luca Sani e buoni amministratori locali».

Il Pd maremmano, dunque, si stringe attorno alla candidatura di Simona Bonafè, come ha spiegato il segretario provinciale Barbara Pinzuti: «Sostenere il Pd in questa tornata elettorale significa ridare centrale all'Europa, secondo concetti di solidarietà e sviluppo. Per la prima volta la Toscana può esprimere una capolista, siamo fieri di questo. Le riforme importanti sono già partite in ambito nazionale, ma puntiamo al cambiamento anche in Europa». Anche il sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi è intervenuto: «Fa piacere vedere l'attenzione di una candidata verso il territorio e verso una Fiera che da 36 anni rappresenta il territorio. E' una presenza forte che incarna la volontà di un cambiamento già in atto». Ha fatto seguito l'intervento del segretario dell'unione comunale del Pd Saimo Biliotti: «La candidatura di Simona Bonafè è un'occasione da non perdere per tutto il territorio e per le nostre eccellenze. Abbiamo scelto questa sede perché non c'era posto migliore per conosce uno spaccato importante della Maremma. Credo sia una presenza importante, anche per lo sviluppo futuro e per i fondi da attivare sul territorio e provenienti dall'Europa». Chiusura per Luca Sani, presidente della commissione agricoltura alla Camera dei deputati: «Ieri Grillo ha aperto la sua campagna elettorale a Piombino offendendo tutti i lavoratori, noi invece oggi siamo qui, convinti che l'Europa rappresenti la ripresa che in molti attendono. Non dimentichiamoci, ad esempio, che la partita relativa all'etichettatura dei prodotti è di competenza esclusiva dell'Europa. Il nostro sostegno a Simona Bonafè arriva con convinzione, consapevoli dell'importanza che potrebbe rivestire per il nostro territorio».

Commenti