Quantcast

Isgrec: “Il testimone assente”, incontro con Maria Bacchi. Storie di bambini ebrei

ebrei dacau olocausto concentramento

GROSSETO – Lunedì 28 aprile, alle 16 e 30, a Grosseto, alle Casette del Cinquecento del Cassero Mediceo, si terrà l’incontro con Maria Bacchi, della Fondazione Villa Emma di Nonantola (Modena), dal titolo Il testimone assente. Biografie d’infanzia come via d’accesso alla storia della Shoah.

L’iniziativa è promossa dall’Isgrec in collaborazione con la Provincia di Grosseto e rientra nel ciclo di incontri preparatori rivolti a insegnanti e ragazzi che vivranno l’esperienza del Treno della Memoria.

Quest’anno è stata fatta la scelta di approfondire il tema dei bambini nei lager, declinandolo in una dimensione europea. Lo scorso marzo è stato ospite a Grosseto Ugo Bassano che ha incontra gli studenti del liceo classico e scientifico, per raccontare la sua esperienza, vissuta nel 1944, di bambino ebreo scampato alla deportazione grazie all’aiuto di un parroco.

Tra il 1940 e il 1945 molti bambini hanno attraversato vari confini, in Europa, in cerca di un rifugio per sfuggire alle persecuzioni tedesche. La geografia dei luoghi dove si fermano e trovano protezione i piccoli ebrei è vastissima, da Villa Emma a Nonantola, alla Maison d’Izieu presso Lione, in Francia dove si nascosero centinaia di bambini. Le strade d’Europa raccontano viaggi che si concludono nella maggior parte dei casi nei lager, solo pochissimi riescono a salvarsi e a fare ritorno a casa.

In occasione dell’incontro con Maria Bacchi verrà distribuito gratuitamente ad ogni scuola che parteciperà all’iniziativa il volume Chi verrebbe a cercarci qui? In questo posto isolato? Izieu, una colonia per bambini ebrei rifugiati 1943-1944, a cura di Stéphanie Boissard e Giulia Ricci.

Più informazioni
commenta