Ciclismo: in 9 completano la “Marevettamare”, sfidando freddo e neve

MARINA DI GROSSETO – Alle 7 di mattina sul lungomare di Marina di Grosseto, si sono trovati nove ciclisti grossetani per l’inizio della nuova edizione della Marevettamare. In partenza c’erano Luca Morelli, Lorenzo Fregosi, Marco Bilisi, Sergio Carosi, Paolo Tontoranelli, Massimo Pifferi, Massimo Franci, Aldo Romanini e Luciano Merlini. Il tragitto prevedeva l’arrivo sulla vetta del monte Amiata e successivamente il ritorno verso il mare. Un tragitto che intendeva ripercorrere le gesta della prima edizione che si era tenuta 24 anni fa. Alle prime salite dopo Baccinello il gruppo che viaggiava compatto, ha iniziato a sfaldarsi con i primi scalatori a mettersi in evidenza. Primo timbro a Roccalbegna e ripartenza, mentre scendeva la temperatura. Altri passaggi significativi il Castello di Triana, Santa Fiora, Saragiolo. Arrivati all’Abbadia i 9 ragazzi hanno effettuato un altro timbro per poi proseguire verso la vetta, dove li attendeva un freddo pungente. Giunti alla sosta della vetta, infatti, c’è soltanto un grado di temperatura e inizia a nevicare.

Aspetto quest’ultimo che ha reso quasi eroico questo remake della Marevettamare. Poi dopo la sosta in mezzo alla neve, arriva il momento di scendere nuovamente verso il mare. Passaggio a Castel del Piano, poi i timbri di Arcidosso, prima di Cinigiano passando da Monticello Amiata, con le colline che diventano sempre più verdi. Dopo 10 ore di pedalate c’è il traguardo di Marina di Grosseto per la gioia dei 9 partecipanti che ricevono la famigerata “Mattonella”, segno inequivocabile di chi è riuscito a completare l’impresa.

Commenti