Quantcast

Turismo, Fratelli d’Italia: Tra sporcizia e tassa di soggiorno siamo ai limiti della decenza

ORBETELLO – «Siamo al limite della decenza con gli operatori turistici e non solo costretti a situazioni di imbarazzo con clienti e canali internazionali». Luca Minucci di Fratelli d’Italia torna a parlare del turismo a Orbetello. «Pasqua è ormai alle porte e i nostri siti di maggiore interesse, parlo di spiagge e luoghi storici, sono sporchi e poco curati, con detriti delle mareggiate nel primo caso ed erbacce nel secondo che la fanno da padrona – prosegue Minucci -. Quando si parla di promozione e ci si riempie la bocca di progetti e slogan, si dovrebbe aver presente che la prima e più efficace pubblicità viene fatta da chi visita il nostro territorio e che, magari trovandolo valorizzato da cura e pulizia, è portato a consigliarlo agli altri».

«Ma purtroppo questo non accade, anzi a quanto premesso si aggiunge la grottesca situazione relativa alla tassa di soggiorno – continua Minucci -. A poco più di un mese dall’inizio della sua presunta applicazione, non se conosce ufficialmente l’entità e non avendo una delibera approvata non si può, come già detto nei mesi scorsi, comunicare alcunché a portali e agenzie. Provocando così situazioni poco piacevoli con clienti e professionisti del settore che si traducono in pubblicità negativa».

 

Commenti