Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Note (poco) note: in Maremma la Pasqua si fa in musica

Più informazioni su

a cura di Giovanni Lanzini

GROSSETO – Davvero all’insegna della musica “colta” la Pasqua di quest’anno in Maremma. Per una casuale quanto felice “combinazione” di eventi da qui al 19 aprile Grosseto e dintorni ospiteranno vari e interessanti spettacoli musicali, che spazieranno dalla musica classica a quella sinfonica e da quella sacra al repertorio classico americano, fino allo swing. Peccato però che, come al solito, non vi sia una coordinazione tra le varie iniziative e che spesso l’ascoltatore sia costretto a “correre” letteralmente fra uno spettacolo e l’altro, per poterli seguire tutti.

Venerdì 11 aprile alle ore 18,00 presso il Reggimento Savoia Cavalleria (ingresso su prenotazione, pro Avis e Associazione Sclerosi Multipla) si inizia la carrellata dei concerti primaverili con lo spettacolo “Fiori di Carta”, un omaggio al grande chitarrista Django Reinhardt che avrà per protagonista il gruppo dei Djaguaros (Paolo Sassanelli chitarra e voce, Luciano Scarpa contrabbasso, Giorgio Tirabassi chitarra, Luca Giacomelli chitarra e Alessandro Golini al violino). Sabato 12 (ore 18,30 presso la chiesa della Misericordia nel centro di Grosseto) musica classica con il Quartetto d’archi Sibylla & Maurizio Costantini con Diego Benocci al pianoforte (musiche di Beethoven e Mozart) mentre alle 21 dello stesso giorno la cattedrale della città ospiterà lo “Stabat Mater” di Giovanni Battista Pergolesi eseguito dall’organo di Ettore Candela e dalle voci di Cinzia Monari (soprano) e Ombretta Bosio (mezzosoprano). Il giorno successivo domenica 13 aprile la cattedrale di Grosseto (ore 21,15) sarà di nuovo aperta alla musica, questa volta sinfonica e corale con il tradizionale “Concerto di Pasqua” e che avrà per protagonisti l’Orchestra “Città di Grosseto” e la Società Corale “Giacomo Puccini” con l’esecuzione dello stupendo “Requiem” K626 di Wolfgang Amadeus Mozart, sotto la bacchetta di Giancarlo De Lorenzo. Solisti il soprano Silvia Striato, il mezzosoprano Luana Viciani, il tenore Federico Pistolesi e il baritono Simone Rusci.

Sabato 19 (ore 20,30) quindi una vigilia di Pasqua tutta dedicata alla musica americana presso la Fattoria di San Lorenzo con musiche di George Gershwin, Duke Ellington e Cole Porter interpretate da Jessica Brando e dal suo quintetto, accompagnati dall’Orchestra “De Bernart” diretta da Mario Menicagli. Finalmente da quest’anno i turisti che nelle vacanze pasquali visiteranno la nostra zona non potranno lamentare una troppo scarsa offerta culturale, come avvenuto in passato. Auguriamoci solo che questa possa continuare nel tempo. E non solo a Pasqua!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.