Politica

Da Grosseto a Bruxelles: un maremmano a 5 stelle in corsa per le Europee

della_negra_2014mod

di Daniele Reali (twitter @Daniele_Reali)

GROSSETO – Prima votazione ieri per scegliere i candidati alle elezioni europee per il Movimento 5 Stelle. Una votazione che si è svolta come sempre direttamente sul  blog di Beppe Grillo (www.beppegrillo.it). Tra coloro che si sono messi in gioco e che hanno proposto la loro candidature nelle liste “grilline” c’è anche un grossetano: è Matteo Della Negra (nella foto un fotogramma del video girato da Della Negra).

Attivo nel Movimento dal 2010, ha svolto da allora un’attività in prima linea su tanti temi e tra questi è stato impegnato nella battaglia contro la realizzazione dell’autostrada Rosignano Civitavecchia e in particolare contro il tracciato proposto dalla Sat.

«Ho deciso di candidarmi – ci spiega Della Negra – perché so che il MoVimento 5 Stelle è l’unica via possibile per cambiare in meglio l’attuale stato di cose. Il MoVimento 5 Stelle è insieme il Metodo e lo Strumento che i cittadini hanno per riprendersi il governo del proprio territorio, dal comune in cui viviamo all’intero Paese, permettendo loro di entrare nelle istituzioni per introdurre gli strumenti di democrazia diretta e partecipativa che gli permettono di aggregare intelligenze e riprendersi il governo del proprio territorio. Un leader espresso da un partito e dalle sue strutture, la figura carismatica e comunicativa che “ti risolve tutti i problemi”, non può compete con l’intelligenza collettiva della società civile, né possono farlo le ormai obsolete strutture partitiche. Con questa urgenza e consapevolezza nel cuore ho pensato di poter mettere a disposizione le mie risorse a tempo pieno (mentre ora una parte del mio tempo è assorbito dall’attività lavorativa) ma per un periodo di tempo determinato (il MoVimento 5 Stelle prevede al massimo due mandati) per contribuire, insieme a migliaia di altre persone, a questa rivoluzione culturale e non violenta, qualcosa che non si era ancora mai vista nella storia delle democrazie moderne».

E parlando di Maremma ecco quale sarà l’impegno di Della Negra se riuscisse ad arrivare a Bruxelles. «Quello che verrà fatto per la Maremma, anche attraverso i portavoce del M5S eletti nel parlamento europeo sarà frutto delle scelte e delle proposte dei Maremmani e più in generale di tutti gli Italiani che desidereranno partecipare al governo del proprio territorio».

«La Maremma – aggiunge – ha prima di tutto due risorse che sta male utilizzando (se non addirittura abbandonato): l’agricoltura e il turismo. I portavoce del M5S eletti in parlamento dovranno lavorare per realizzare i “7 punti per l’Europa” del M5S tra i quali cito il 5° – “Finanziamenti per attività agricole e di allevamento finalizzate ai consumi nazionali interni”: Il M5S intende avvantaggiare fiscalmente i prodotti nazionali per l’alimentazione consumati in Italia, rispetto agli stessi prodotti provenienti dagli altri Paesi dell’UE. Verrà in questo modo incoraggiato il consumo sul territorio nazionale del cibo prodotto in Italia, e dunque anche quello maremmano, al posto del cibo proveniente dall’estero. L’Italia produce solo il 70% degli alimenti che consuma. Importiamo circa l’80% della soia, il 60% di “pomodoro fresco”, il 50% del grano per il pane, il 40% del grano per la pasta, il 40% del latte, il 40% della carne. L’Italia deve diventare al più presto un Paese sostenibile per la produzione agricola e per gli allevamenti, attraverso la produzione ed il consumo di prodotti naturali e a Km 0. Dobbiamo raggiungere la sovranità alimentare in un contesto dove il picco del petrolio è stato raggiunto (la produzione mondiale del petrolio greggio è in declino dal 2008) e non è più dunque possibile dipendere dal trasporto delle merci a grande distanza con le attuali fonti di energia utilizzate. Il territorio italiano viene divorato dal cemento (anche per questo assistiamo a disastri alluvionali sempre più frequenti) e le campagne si stanno spopolando. Dal bilancio pluriennale dell’Unione Europea si osserva come i fondi destinati all’agricoltura siano diminuiti negli anni a vantaggio di quelli destinati a settori come le infrastrutture. Le leggi europee vengono sempre più concepite per le produzioni industriali e non per quelle artigianali, per le zone urbane e non per quelle rurali, per la vendita nei supermercati e non nei luoghi di produzione. Un amico di Pitigliano un giorno mi disse: “Una volta nella vita avremo bisogno di un medico, di un avvocato, forse anche di un prete ma del contadino abbiamo bisogno tre volte al giorno.” La Terra, il superorganismo chiamato Suolo è l’oro che abbiamo sotto i nostri piedi e questo ancor più in Maremma, dove ce n’è una gran quantità; dobbiamo difenderlo e valorizzarlo attraverso un’agricoltura sostenibile e consapevole. Per approfondire i temi Agricoltura e Turismo, centrali per la Maremma, non basta certo un articolo o un’intervista».

«Io, insieme ad una rete crescente di Maremmani, comincio col difenderla da tre cancri che la stanno minacciando: le centrali a biomasse, l’incenerimento e la mala gestione dei rifiuti e l’autostrada Tirrenica. Lo “scippo” dell’Aurelia a sud di Grosseto e della Variante Aurelia a nord costituiscono un colpo mortale alla Maremma per la sicurezza dei Maremmani, per l’ambiente e in modo particolare per l’economia del territorio. Invito i lettori a guardare il video di presentazione della mia candidatura con il M5S alle elezioni europee perché in esso si esprimono dei concetti molto importanti per capire che cos’è il MoVimento 5 Stelle, dei concetti che non appartengono solo a me e che ho maturato che non appartengono solo a me ma che ho maturato partecipando, utilizzando questo strumento e confrontandomi con altri cittadini attivi. Chiunque voglia toccare con mano lo strumento ed il Metodo M5S, questo grimaldello che sta facendo saltare la malapolitica italiana e locale per rimettere il cittadino al centro, è invitato a seguire i nostri canali, primo tra tutti il sito www.grosseto5stelle.it per conoscere le nostre iniziative e i nostri prossimi incontri pubblici».

Per la sua candidatura Della Negra si è presentato con un video girato sulla costa grossetana. Anche se non è stato selezionato al primo turno, Della Negra rimane in corsa perché nei prossimi giorni sarà organizzato un secondo turno di votazione per completare le liste del 5 stelle.

Questo è il link per conoscere i primi candidati che sono stati selezionati: www.beppegrillo.it/2014/04/europee_i_risul.html.

Ecco il video con cui Della Negra si presenta alla rete.

[youtube=https://www.youtube.com/watch?v=-zAEbj44ZBw&w=600]

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI