Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dopo sei mesi si torna in consiglio: prima seduta dopo il commissariamento

Più informazioni su

di Daniele Reali (twitter @Daniele_Reali)

GAVORRANO – Torna a riunirsi il consiglio comunale di Gavorrano. La seduta è stata convocata per lunedì 31 marzo alle 8,30. Sindaco, giunta e consiglieri tornano a sedersi sui banchi del municipio di piazza Buozzi dopo sei mesi. L’ultima seduta infatti c’era stata il 25 settembre del 2013, il giorno precedente alla sentenza del Tar che poi portò al commissariamento del comune nei primi giorni di ottobre. Da allora il consiglio non si era più tenuto perché sospeso, insiema a sindaco e giunta, proprio dalla sentenza.

Il resto è storia recente con la decisione del Consiglio di Stato che ha riportato alla guida dell’amministrazione Elisabetta Iacomelli. Sarà proprio lei, il sindaco, ad aprire la seduta con alcune comunicazioni. Nell’ordine del giorno non è stato specificato che tipo di comunicazioni saranno, ma è levito aspettarsi che ci sia almeno un accenno alla vicenda che provocato il commissariamento del comune e la conseguente sentenza arrivata da Roma che ha ricondotto l’amministrazione ad una situazione di normalità.

In discussione poi il piano di recupero del villaggio minerario di Ravi Marchi e tutta una serie di punti legati all’urbanistica. Non manca poi la parte politica: saranno 4 le mozioni che la maggioranza ha portato all’ttenzione del consiglio. Una sul caso dei lavoratori in difficoltà della Isotech, una sulla salvaguardia del polo industriale di Piombino, una sulla sicurezza e sulla presenza maggiore di forze dell’ordine nel territorio di Gavorrano e una sulla possibilità che la Costa Concordia si smantellata nel porto di Piombino.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.