Quantcast

Bonini: «La sostenibilità è un caposaldo. Condipodaro lo smemorato di Magliano»

MAGLIANO IN TOSCANA – «Condipodaro lo smemorato di Magliano: si dimentica che quando sedeva sui banchi del Consiglio comunale, ha sempre votato a favore delle principali scelte urbanistiche del Comune, tutte passate all’unanimità». Così Eva Bonini, candidata a sindaco per il centrosinistra, risponde a Condipodaro.

«Mi stupisce – continua Eva Bonini – che Condipodaro metta in discussione oggi ciò che egli stesso ha approvato in passato. E mi stupisce che mi accusi di aver scoperto solo adesso lo sviluppo sostenibile, quando sa benissimo che è uno dei capi saldi della mia esperienza di assessore all’Ambiente, e continuerà ad essere un punto fermo del mio impegno politico per Magliano».

«Ricordo a Condipodaro che le scelte fatte dal Comune di Magliano in Toscana sono scelte di sostenibilità ambientale – prosegue Bonini -. Penso all’impegno e ai risultati raggiunti con la raccolta differenziata. Sono sostenibili le scelte che abbiamo fatto nell’ambito delle politiche energetiche, sono scelte di sostenibilità ambientale i progetti didattici nelle scuole. E cito ancora le 4 vele, l’adesione alla Piccola grande Italia per la valorizzazione dei borghi, il percorso avviato qualche anno fa, con le proprietà e il Parco per la valorizzazione di Cala di Forno, il progetto per l’apertura, a breve, della terza porta del Parco al Collecchio, collegato al più ampio progetto di mobilità sostenibile, per promuovere il turismo ambientale. Tutto questo per dire che la parola sostenibilità per me, e per il centrosinistra che rappresento, è un impegno serio, concreto, quotidiano, non uno slogan da campagna elettorale».

 

Commenti