Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Apertura delle scuole il 1° ottobre: petizione a sostegno della proposta di Monica Faenzi

GROSSETO – Prosegue la campagna del deputato di Forza Italia Monica Faenzi per la riapertura ad ottobre della scuola, misura che dovrebbe andare incontro alle esigenze degli operatori turistici nell’ottica di un allungamento della stagione. A tale proposito alla camera dei deputati è giunta la petizione di una grossetana, Tiziana Frangini, in cui si chiede “la sollecita approvazione della proposta di legge in materia di disposizioni temporanee concernenti il calendario scolastico per lo svolgimento delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado presentata dall’Onorevole Monica Faenzi per la possibilità di riapertura delle scuole al primo di ottobre”.

L’obiettivo principale della proposta, che prevede due anni di sperimentazione prima del via definitivo, è quello di allungare la stagione turistica laddove, come in Maremma, si tratta di una fondamentale risorsa economica, ma anche di rendere maggiormente “a prova di crisi”, per le famiglie, la possibilità di andare in ferie, tenuto conto dei più accessibili prezzi settembrini.

Inoltre, con le vacanze estive più allungate, si potrebbe, senza intaccare i duecento giorni di scuola nell’anno scolastico, facilitare sia il rientro degli studenti, che la ripartenza delle attività didattiche.

«Il turismo è un comparto fondamentale della nostra economia nazionale, ritengo che l’impegno di tanti operatori nel cercare di allungare la stagione debba essere sostenuto anche con proposte come questa» ha brevemente commentato l’Onorevole Faenzi.

La petizione, probabilmente, sarà abbinata alla proposta di legge, che in questo modo potrebbe essere finalmente portata all’esame della commissione Cultura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.