Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Musica: secondo appuntamento con il Jazz orchestrale, per una mattinata di note

GROSSETO – Dopo il bel successo di pubblico del primo appuntamento, torna domenica 30 marzo alle 11.00 il festival della musica jazz orchestrale organizzato dalla Fondazione Grosseto Cultura, l’Istituto musicale comunale Palmiero Giannetti con la collaborazione della Fondazione il Sole e dell’associazione culturale musicale Gujira e del Comune di Grosseto. Una formula nuova, un concerto jazz di domenica mattina,  che ha subito saputo conquistare il pubblico.  Il prossimo appuntamento, domenica 30 marzo alle 11.00 all’auditorium della Fondazione Il Sole in via Uranio a Grosseto, vedrà protagonista Mario Corvini, trombone solista con la J.W. Orchestra diretta dal maestro Michele Makarovic.

La Jazz Workshop Orchestra è nata all’interno dell’Istituto Palmiero Giannetti di Grosseto nel 2010. In occasione della master class di ottoni ha accompagnato i docenti nelle loro performance serali del concerto di fine seminario. Nei seminari successivi ha collaborato con Marco Tamburini, Rudy Migliardi, Franco e Dino Piana, Giancarlo Ciminelli e Claudio Corvini. L’organico, formato da allievi ed ex allievi della scuola in collaborazione con alcuni jazzisti grossetani, è composto come una big band classica: 4 trombe, 4 tromboni, 5 saxofoni, un pianoforte, una chitarra, un basso elettrico e una batteria. La direzione musicale è affidata al docente di tromba e trombone dell’Istituto Musicale Comunale Palmiero Giannetti di Grosseto, il professor Michele Makarovic: «L’idea del progetto nasce 8 anni fa, con il primo seminario, poi le cose sono cresciute. Per i ragazzi dell’orchestra suonare con i professionisti del jazz rappresenta un grande stimolo».

Mario Corvini, nato a Milano nel 1967, ha cominciato a studiare trombone a undici anni con il padre Alberto, noto trombettista italo argentino, prima tromba dell’orchestra della RAI per trent’anni. Amico e collega di Astor Piazzola, Gato Barbieri e Lalo Schiffin, ha cominciato a suonare nei locali di Roma per poi diventare dal 1986 primo trombone in RAI con l’orchestra di ritmi leggeri. Docente di trombone al conservatorio di Roma a Frosinone, è inoltre co-leader e direttore della PMJO Parco della Musica Jazz Orchestra e creatore della New talents jazz orchestra formazione residente alla Casa Jazz di Roma. «Quattro appuntamenti che rappresentano un esperimento relativo alla musica in orari differenti dal consueto – spiega il presidente della Fondazione Grosseto Cultura Loriano Valentini -. Una bella novità in città».

Mattina in musica per un format inedito: un progetto dedicato al pubblico amante di questo genere musicale che rappresenta una delle espressioni più riuscite del ventesimo secolo. «Ai quattro solisti che si esibiranno – osserva il direttore dell’Istituto Musicale “P.Giannetti” Antonio Di Cristofano – è legato anche un percorso didattico. Nel week-end in cui saranno ospiti, infatti, sosterranno seminari di approfondimento».

Gli altri due appuntamenti sono:
Domenica 4 maggio, Emilio Soana, ore 11,00, auditorium Fondazione Il Sole
Domenica 8 giugno, Klaus Lessmann, ore 11,00, auditorium Fondazione Il Sole
Ricordiamo che il biglietto di ingresso costa 5 euro, per i soci di Fondazione 3 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.