Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il parco di Montioni e la famiglia Nonaparte: un legame lungo 200 anni

Più informazioni su

FOLLONICA – In occasione del bicentenario della presenza di Napoleone Bonaparte nel territorio dell’Isola D’Elba durante il suo esilio, la Cooperativa Sociale Il Nodo di Follonica, in qualità di titolare della gestione della struttura ricettiva Ostello/Casa Vacanze “La Baciocca” situata nel Parco Interprovinciale di Montioni organizza una serie di giornate dedicate all’approfondimento della conoscenza del legame tra i Bonaparte e la storia di Montioni, storia che va di pari passo con quella dello sfruttamento delle miniere di allume, scoperte già nel 1474 ma in seguito abbandonate.

Intorno al 1809, Elisa Baiocchi, soprannominata dai suoi sudditi piombinesi “la Baciocca”, Principessa di Piombino dal 1805, e sorella di Napoleone aveva avviato l’opera di trasformazione del territorio di Montioni con la costruzione di un piccolo villaggio a servizio della miniera allume che da poco era ritornata in attività.
Il villaggio minerario era composto da una serie di abitazioni per i minatori e i lavoranti, dai forni per la cottura dell’allume, dalla residenza della principessa e da un bagno termale a suo uso privato, oggi conservatisi solo in parte.

L’iniziativa della Cooperativa Il Nodo, con la collaborazione del Professore dell’Università di Firenze Centro Studi città e territorio Marco Paperini, prevede il coinvolgimento degli studenti di lingua e cultura francese delle classi II, IV e V del Liceo Linguistico di Follonica.
Il programma della proposta didattica è strutturato in tre fasi: un primo incontro in classe tra gli organizzatori e gli studenti finalizzato ad illustrare il progetto, un’escursione con i ragazzi presso la struttura della Baciocca e del villaggio minerario circostante per la conoscenza diretta del territorio e per la preparazione della successiva visita guidata. La terza fase corrisponde alla giornata finale, aperta alla partecipazione pubblica, in cui gli studenti, nelle vesti di guide turistiche, guidano i partecipanti lungo le tappe del percorso che toccano i resti del villaggio minerario e dei bagni termali con una descrizione eseguita in lingua francese.

Le prime fasi sono avvenute con grande successo, continua il lavoro per la fase finale  prevista per la metà di Maggio, ma la data esatta sarà comunicata più avanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.