Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ecco il vademecum per vivere bene: “Come aggiungere vita agli anni”

Più informazioni su

GROSSETO – Comportamenti e stili di vita giocano un ruolo fondamentale nel nostro stato di salute. Per questo, proseguono le attività di informazione e sensibilizzazione rivolte ai cittadini, che Coeso -Società della Salute, insieme alle Istituzioni, al Volontariato e ad altri soggetti del territorio, porta avanti da tempo e che si affiancano a quelle realizzate dalla Asl 9 di Grosseto.

E’ con questo obiettivo quindi che è stata programmata la realizzazione e la distribuzione di “Come aggiungere vita agli anni”, la pubblicazione di Franco Simoni, medico e direttore dell’Unità operativa di Medicina dello sport della Asl 9 di Grosseto.

Si tratta di un vademecum per imparare a migliorare il proprio benessere psicofisico con l’arma più naturale che l’uomo ha a propria disposizione: il movimento. In 32 pagine il dottor Simoni, con un linguaggio semplice e chiaro anche ai “non addetti ai lavori”, spiega come e perché praticare attività fisica, cosa fare per ottenere i maggiori vantaggi e ridurne i rischi, con quali strumenti e modalità avvicinarsi allo sport. L’esercizio fisico, infatti, ha i suoi benefici a tutte le età: basta praticarlo regolarmente – almeno 3 volte alla settimana – per almeno mezz’ora e con costanza.

“E’ un manuale frutto dell’esperienza di tanti anni di lavoro e aggiornamento del dottor Simoni – ha detto Danilo Zuccherelli, direttore sanitario della Asl 9 di Grosseto – molto utile per la popolazione della nostra provincia che detiene alcuni record negativi su stili di vita e comportamenti: rispetto ad altre realtà toscane, infatti, sono preoccupanti i dati su uso di tabacco, consumo di alcol, obesità e sedentarietà”.

Il volume, stampato in 10mila copie, è disponibile nelle sale d’aspetto dell’ospedale Misericordia di Grosseto e dei distretti sanitari e, nei prossimi giorni, sarà distribuito anche in uffici pubblici e farmacie, nelle sale d’attesa degli ambulatori dei medici e pediatri di base, nelle scuole medie cittadine.

“Questa pubblicazione – ha spiegato l’autore Franco Simoni – raccoglie informazioni utili per praticare attività sportiva”. Si spazia da consigli sull’attività ideale per le diverse fasce di età, all’abbigliamento da scegliere, da cibi e bevande agli integratori consigliati, fino ai controlli medici da fare e agli accorgimenti da seguire quando si frequentano luoghi pubblici, come piscine e palestre. “Praticata senza attenzione e consapevolezza – ha aggiunto Simoni – l’attività fisica può persino essere dannosa, ma affrontata con alcune semplici regole, invece, rappresenta uno dei principali fattori di contrasto alle malattie cardiovascolari, alle patologie delle ossa e delle articolazioni e a molti altri gravi fattori di rischio”.

E proprio nella consapevolezza di quanto sia importante una corretta attività fisica a tutte le età, per favorire il movimento nelle persone anziane o affette da patologie croniche, la Asl 9, da tempo ha avviato il progetto dell’Attività fisica adattata (AFA). Si tratta di un percorso non sanitario, che prevede lezioni di ginnastica in gruppo, sotto la guida di personale esperto, in strutture come palestre, piscine, sedi ricreative idonee a svolgere attività fisica, oltre 50 distribuite in tutto il territorio della provincia di Grosseto.

L’accesso alle lezioni avviene con un semplice modulo scaricabile dal sito della Asl 9, che deve essere riempito dal medico di famiglia – o dallo specialista – e portato ad una delle strutture elencate nel sito stesso, zona per zona.

“La distribuzione di ‘Come aggiungere vita agli anni’ – ha dichiarato Fabrizio Boldrini, direttore di Coeso Società della Salute – si aggiunge a quella di altri opuscoli informativi sugli stili di vita e sui servizi socio sanitari che negli anni abbiamo prodotto. Si tratta di materiale di semplice comprensione, destinato a un target trasversale, che spazia dai giovani alle famiglie per arrivare agli anziani, dagli sportivi alle persone disinformate, che non conoscono l’impatto delle abitudini di vita sul ben essere, inteso come vivere bene”. L’attività informativa e divulgativa, però, non basta da sola, “… Per portare un effettivo cambiamento nello stato di salute della popolazione – ha concluso Boldrini – deve essere affiancata a politiche pubbliche più attente e l’impegno di Coeso va anche in questo senso”.

Ecco quindi che movimento, corretta alimentazione, vivere sano, senza uso di alcool e tabacco devono diventare consuetudini per tutti, meglio se accompagnate da vademecum e indicazioni che limitino comportamenti scorretti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.