Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ciclismo: campionato del mondo su bici senza freni, c’è anche il maremmano Scafuro

Più informazioni su

GROSSETO – Ricomincia questo weekend da New York il campionato del mondo su bici senza freni, il Red Hook Criterium e sarà presente anche il maremmano Gianluca Scafuro. Proclamata da ESPN come “la migliore gara di biciclette in America”, prenderà il via sabato 29 marzo al Brooklyn Cruise Terminal di New York. Successivamente la serie di tre gare continuerà con lo spettacolare circuito sul lungomare spagnolo di Barcellona, per culminare con la finale del campionato nel circuito cittadino sulle strade di Milano. Negli ultimi sette anni il Red Hook Criterium si è rapidamente stabilito come una delle gare di ciclismo piu apprezzate del mondo. Nel  2013 è cresciuta internazionalmente, attraendo corridori professionisti, specialisti della pista, bike messenger ed atleti urbani, facendoli gareggiare su un circuito breve e tecnico da percorrere più volte, su bici da pista estremamente specializzate dove i ciclisti devono dimostrare un’elevata capacità di manovra su strada e grande livello di preparazione fisica.

A questa vera e propria “battaglia” sui pedali parteciperà anche Gianluca Scafuro, ciclista grossetano che corre per il Florence by Bike. Dopo l’apparizione alla tappa milanese dello scorso anno, quest’anno Gianluca è riuscito a dedicarsi all’appuntamento newyorkese pedalando con la bici preparata da Iride di Modena con più convinzione e con la speranza di riuscire ad entrare in finale, per scoprire il vero spirito della Red Hook.

Per l’edizione 2014, grazie alla programmazione rinnovata e al compatto formato a tre gare, ogni evento giocherà un ruolo più importante all’interno del campionato, obbligando i partecipanti a dare sempre il meglio. Ogni evento offrirà molti miglioramenti sia per i corridori sia per gli spettatori: l’estesa lista di premi e il prestigio in continua ascesa della competizione farà sì che ogni posto sul podio venga conquistato con le unghie e con i denti. La gara è incredibilmente spettacolare, basti pensare che per regolamento una delle curve deve essere ‘hook’, quindi a uncino e quando è fatta a velocità molto alta, succede davvero di tutto. Nel 2013 il RHC ha attirato un numero record di atleti e un pubblico di più di 25mila persone per  evento, cementando il suo posizionamento come la serie di gare ciclistiche internazionali più eccitante, tecnica e dinamica. L’edizione 2014 si presenta addirittura più interessante.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.