Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuova sede di Acquedotto a Santa Fiora: servirà Grosseto e Siena foto

Più informazioni su

SANTA FIORA – A Santa Fiora taglio del nastro per la nuova sede di Acquedotto del Fiora. Oggi, 25 marzo, il presidente Tiberio Tiberi e il sindaco Renzo Verdi hanno inaugurato i nuovi locali situati nell’ex scuola elementare in località Bagnolo, in via della Chiesa. Circa 400 metri quadri per le attività di sportello al pubblico e il supporto al personale tecnico a presidio del territorio, oltre alla nuova sede per gli operatori del call center aziendale. Erano presenti anche Paolo Pizzari, amministratore delegato Acquedotto del Fiora Spa, Lorenzo Pirritano, direttore operazioni Acquedotto del Fiora Spa, Mirko Neri, direttore amministrativo e commerciale Acquedotto del Fiora Spa, Piero Ferrari, responsabile risorse umane Acquedotto del Fiora Spa e Alberto Balocchi, vicesindaco Comune di Santa Fiora.

Le concomitanti necessità dell’azienda di  maggiori spazi e di  riunire in un unica sede le attività svolte a Santa Fiora e quelle dell’amministrazione comunale di rientrare in possesso dei locali di piazza Garibaldi hanno portato all’individuazione dell’ex scuola elementare in località Bagnolo. Così Comune e Acquedotto del Fiora hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che ha affidato al gestore la realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria dell’immobile per adattarlo alle proprie esigenze operative con un investimento complessivo di oltre 450mila euro, cofinanziati per  50mila euro dal Comune.

“Il territorio gestito da Acquedotto del Fiora è grande 8.000 chilometri quadrati ed è il quarto per estensione a livello nazionale dopo i tre gestori regionali della Puglia, Sardegna e Basilicata.  – afferma Tiberio Tiberi, presidente di Acquedotto del Fiora – Acquedotto del Fiora gestisce oltre 11.000 chilometri di rete adduttrice e fognaria, alcune centinaia di impianti di sollevamento e depurazione per dare servizi ad una popolazione sparpagliata in tanti centri abitati con media di residenti inferiore alle  2000 unità.

In questo contesto, oltre agli investimenti nelle infrastrutture idriche e della depurazione, obiettivo primario del gestore, occorre dotarsi di una presenza razionale e funzionale sul territorio, che consente anche di rafforzare il rapporto con gli utenti, soprattutto i più anziani, servizio peraltro ampiamente garantito dal call center, alloggiato nei locali che stiamo inaugurando e dai servizi disponibili sul sito Internet, su Facebook e su Twitter che gli utenti iniziano ad apprezzare e ad utilizzare. In sintesi questo il motivo degli investimenti in sedi operative e di relazione con l’utenza realizzati e in corso di realizzazione in varie aree delle Province di Grosseto e Siena e delle inaugurazioni che Acquedotto del Fiora ha in calendario oggi e nei prossimi giorni. A nome dell’azienda ringrazio il Comune di Santa Fiora per aver dato ad Acquedotto del Fiora l’opportunità di realizzare una sede più funzionale che rafforza il presidio sul territorio e, contemporaneamente, rende più funzionale il call center grazie ai maggiori spazi e alle nuove attrezzature e tecnologie oggi disponibili e utilizzabili. Questo tipo di accordi dimostrano come la strada da perseguire per migliorare il servizio passi anche dalle sinergie con le amministrazioni comunali”.

“Per il Comune di Santa Fiora questa operazione rappresenta sicuramente un grande traguardo perchè, oltre a salvaguardare i posti di lavoro già esistenti, permetterà per il futuro una loro implementazione – afferma il sindaco Renzo Verdi – Inoltre l’ubicazione di Bagnolo dovrebbe garantire una rivitalizzazione di tutta la frazione, a favore delle attività presenti nella zona.  Vorrei sottolineare anche che questo è stato possibile grazie ad un lavoro di anni con Acquedotto del Fiora ha portato alla realizzazione di una unità di  call center altamente specializzata, che fornisce servizi ai cittadini delle province di Siena e Grosseto  a dimostrazione dell’attenzione costante, da parte di enti ed istituzioni, per lo sviluppo del territorio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.