Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, il comitato Ciaffarafà propone una casa di riposo e un ambulatorio gestito da volontari

SANTA FIORA – «La sanità è tra i temi fondamentali per i prossimi anni di governo». È l’opinione di Marco Patania, coordinatore del comitato per Riccardo Ciaffarafà sindaco. Il comitato ha tenuto un incontro pubblico con gli operatori sanitari del territorio. «Gli enti locali dell’Amiata, quindi anche Santa Fiora, sono direttamente responsabili del degrado sanitario del territorio, basti ricordare che da parte loro, sono stati accettati e sottoscritti tutti i protocolli, i tagli, le ristrutturazioni che l’ASL e la Regione Toscana, hanno ritenuto di realizzare».

«L’esempio pressoché fallimentare della Società della Salute, dello svuotamento progressivo dell’ospedale di Castel del Piano, il mancato dispiegamento della medicina preventiva sul territorio, i tagli ai servizi socio-sanitari, sono tutti argomenti che sono stati affrontati nell’incontro – precisa Patania -. Un quadro drammatico che peggiorerà nel prossimo futuro. Di fronte a questo abbiamo raccolto alcune proposte interessanti e che facciamo nostre, considerando anche che i residenti con oltre sessanta anni di età sono oltre il 38% della popolazione, mentre gli ultra settantenni sono ben il 26%: la possibilità di realizzare una casa di riposo comunale, con tariffe contenute e con una gestione a partecipazione diffusa, che possa dare una risposta concreta nei prossimi anni alla crescente domanda di assistenza e di bisogno nel nostro Comune e la creazione di molti posti di lavoro. Inoltre, proporremo un ambulatorio comunale dopo la chiusura della Guardia Medica, in collaborazione con le varie associazioni di volontariato, che dia una risposta concreta agli anziani e alle famiglie».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.