Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

È scontro a Magliano. Grosseto Oggi: «Nella lista ci sono candidati iscritti al Pd»

MAGLIANO IN TOSCANA – Botta e risposta a poche ore di distanza. È scontro a Magliano in Toscana per la partita delle amministrative. Dopo la smentita del Pd su eventuali accordi con la civica guidata da Diego Cinelli, è il segretario di “Grosseto Oggi” , Alberto Bastiani (nella foto), ad intervenire confermando la presenza di iscritti al Partito democratico dentro la lista Magliano Oggi.

Bastiani prima chiarisce che Cinelli non è iscritto a nessun partito e poi ricostruisce il percorso politico degli ultimi mesi a Magliano. «Qualche mese fa – spiega Bastiani -, nell’ottica di una lista civica che cerca rapporto con i rappresentati politici sul proprio territorio, guarda alle persone e non all’appartenenza politica, prendemmo contatti con alcuni esponenti locali del Pd. Trovammo comunione di idee e fummo invitati a partecipare alle primarie del Pd per la scelta del candidato a sindaco del Comune di Magliano»

«In quanto lista civica – aggiunge Bastiani – non potevamo accettare e così è stato. È però rimasta la stima reciproca e la comunione di idee che ci ha portato avanti in un percorso comune. In seguito le primarie si sono regolarmente svolte ed hanno individuato un candidato. Che il Pd lo sostenga unito e convinto abbiamo i nostri dubbi, anche perché alcuni candidati della lista civica Magliano Oggi sono regolarmente iscritti al Pd. Ma questi dubbi la segretaria non li ha. D’altro canto la gestione del Pd non è affar nostro e la cosa non ci preoccupa. Evidentemente lei vede dove noi non arriviamo e solo a Maggio sapremo chi avrà ragione».

E la partita rimane aperta, almeno fino a maggio.

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alessandro

    Non conosco Salvatore, però basta una ricerca sul giunco per apprezzare la precisione di Bastiani.

    https://www.ilgiunco.net/2013/02/06/fratelli-ditalia-sposa-le-richieste-del-forum-delle-famiglie-e-acquista-altri-transfughi-dal-pdl/

    “E anche a Magliano in Toscana è nato un nuovo circolo Fratelli d’Italia. A fondarlo un altro ex Pdl, Diego Cinelli, che ha scelto però di restare consigliere comunale e capogruppo di minoranza del centrodestra. «Non mi riconosco più nella politica di un partito che si fonda solo su decisioni calate dall’alto – afferma Cinelli -, ma anche per aver nel tempo appoggiato un governo mai eletto dagli italiani che agli stessi ha portato solo tasse.» Cinelli, assieme a Francesco Valenti e Matteo Boni è il referente di Fratelli d’Italia per Magliano in Toscana.”

  2. Scritto da SALVATORE CONDIPODARO

    Mi chiedo: è veramente così difficile essere sinceri nei confronti dei cittadini a cui si chiede la fiducia per amministrare un Comune? Il segretario provinciale del Partito democratico Barbara Pinzuti è stato avvisato ancora prima che venisse pubblicata la lista di Diego Cinelli, che membri del Pd grossetano pressavano un loro tesserato affinché entrasse nella lista presumibilmente “civica” di Cinelli (Magliano Oggi), forse sarebbe stato più prudente prima di smentire accertarsi dei fatti. Per quanto riguarda la dichiarazione di Bastiani, voglio ricordargli un articolo del 14 marzo 2013 (pubblicato anche su questo giornale), nel quale si diceva che Cinelli è membro della costituente del comitato provinciale di Fratelli d’Italia. Del resto la sua è una appartenenza politica ben nota: prima in Forza Italia poi con Allenza Nazionale, ancora Pdl e ora Fratelli d’Italia. Nulla di male: ognuno deve stare dove meglio si trova, ma si deve avere il coraggio di dire le cose come stanno o qualcuno pensa ancora che gli elettori non siano attenti a certi giochetti? Ritengo questo atteggiamento un’offesa alla cittadinanza: non meno grave è il tentativo dell’altro candidato a sindaco Emma Bonini, attuale vicesindaco, che dopo essere in un modo o nell’altro stato parte di diverse giunte del Comune di Magliano, tenta oggi di passare come esponente del rinnovamento.

  3. Scritto da Alessandro Militello

    Ognuno è libero di fare le scelte politiche che ritiene più opportune. È altrettanto evidente che ogni scelta comporta responsabilità ed effetti.

    Sostenere una lista avversa al pd è semplicemente incompatibile con l’iscrizione al partito democratico. Ma non è una questione di norme o di statuti, è una questione che ha a che fare con l’etica e la correttezza politica di ogni persona. Chiarezza e trasparenza, niente di più.

    Concetti semplici ma allo stesso tempo difficili da comprendere per un paese come il nostro abituato ai giochetti di posizione e al considerare un optional il prendersi le proprie responsabilità.

    Quindi, non volendo dare del bugiardo a nessuno, che sia fatta chiarezza con nomi e cognomi. Con altrettanta chiarezza, se esistono posizioni personali del genere, queste sono incompatibili con l’iscrizione al pd. Semplice, chiaro e trasparente.

    Alessandro Militello. Resp organizzazione Pd grosseto.