Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Parcheggi comunali: novità con l’applicazione a disposizione dei sordomuti foto

di Lorenzo Falconi

GROSSETO – Accesso facilitato al servizio dei parcheggi comunali. Da oggi grazie ad un’applicazione presente nella cassa elettronica n.1 anche per le persone sordomute ci sarà una fruizione facilitata. «L’idea nasce sulla segnalazione che tempo fa ci è arrivata dall’ente nazionale sordi di Grosseto – spiega  l’assessore alle politiche sociali, Luca Ceccarelli -. Effettivamente per coloro che rimanevano bloccati nel parcheggio, o avevano necessità di assistenza, si manifestava il problema di comunicare con l’operatore della centrale, adesso questo non accadrà più». L ‘applicazione si avvia premendo il tasto con il simbolo della funzione per sordomuti e, dopo poche domande, arriva l’accesso alla tastiera alfanumerica da cui iniziare tutte le operazioni per mettersi in relazione con gli operatori di uno dei parcheggi comunali: Campo Amiata (240 posti), Galleria Oberdan (103 posti), Porta Corsica (103) e quello stagionale di Marina di Alberese (140). Una sorta di chat con cui le persone sordomute non avranno difficoltà a relazionarsi.

«Era necessario porre l’attenzione su un servizio come quello dei parcheggi comunali che, solo considerando i dati più recenti da dicembre scorso, hanno registrato un numero di accessi superiore a quota 54mila, di cui quasi 33mila a Porta Corsica, oltre 10mila in via Oberdan e circa 11mila a Campo Amiata, senza contare i 150mila transiti stagionali ad Alberese – precisa il direttore generale di “Sistema Srl”, Alberto Paolini -. Ricordando che, a oggi, risultano ancora troppo sottoutilizzate le due ultime strutture, sotterranee e poste in luoghi strategici della città». Alla presentazione del nuovo software realizzato da ditta City-Ware hanno partecipato anche  il presidente e il vicepresidente della III Commissione consiliare (politiche sociali) Francesco Giorgi e Stefano Rosini, oltre al presidente dell’ente nazionale sordi di Grosseto (Ens), Alessandro Duranti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.