Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il prefetto di Grosseto in visita al comune di Scarlino: dal Porto, al Casone, agli asinelli

Più informazioni su

di Barbara Farnetani

SCARLINO – Tour nelle Colline Metallifere per il prefetto Anna Maria Manzone che questa mattina ha visitato i comuni di Scarlino Gavorrano. il prefetto ha incontrato il sindaco Maurizio Bizzarri in piazza poi la giornata è proseguita con un briefing in comune a cui hanno partecipato la giunta e Paolo Bianchi in rappresentanza dell’opposizione. Il sindaco Maurizio Bizzarri ha presentato problematiche e risorse del territorio «Il prefetto – afferma Bizzarri – già conosceva il porto e il Casone ed è rimasta incuriosita dalla zona artigianale della Botte. Ha parlato anche delle criticità della provincia, in special modo i frequenti atti di vandalismo da tenete sotto controllo. Gli abbiamo parlato delle criticità idrogeologiche e dei danni fatti dall’alluvione».

Il prefetto ha visitato la caserma dei carabinieri, che è stata in passato la casa del fascio, poi la casa del popolo, un cinema e infine, appunto, la caserma dei carabinieri. «Siamo stati alla fattoria didattica di Ponte alle Catene – prosegue Bizzarri – dove abbiamo visitato la sala di mungitura e presentato il progetto Filami. Poi abbiamo visto da fuori la Corte dei Tusci».

Infine il prefetto è stata accompagnata nei due posti in cui sono stati i maggiori danni per l’ultima alluvione: nella zona del Veliero e in quella della Fiumara. Si è fermata a parlare con la famiglia Ramazzotti che ha raccontato la notte di maltempo con la gru che è caduta in acqua. Il prefetto è apparsa molto interessata alla realtà scarlinese ha visitato il Porto ha chiesto informazioni ed è apparsa sorpresa dalla bellezza di un comune che conosceva solo in parte.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.