Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Follonica arriva “8/12 l’infinita fine”, la storia del figlio di un boss

Più informazioni su

FOLLONICA – Domani, venerdì 14 marzo alla Sala Tirreno di via Bicocchi, con il patrocinio del Comune di Follonica sarà presentato il libro “8-12 L’infinita fine” romanzo autobiografico di Barone C., che segna l’esordio narrativo dell’autore (che si firma con uno pseudonimo) nel panorama letterario italiano.

Il libro è la dimostrazione di quanto può essere dura la vita di un ragazzo che ha come unica colpa quella di essere nato in una famiglia difficile, che lo ha portato a vivere un’infanzia disagiata, solo, senza la guida di un padre, ammazzato dalla Camorra. La sua vita lo mee costantemente di fronte a scelte che segnano negativamente la sua esistenza: violenze, soprusi, furti, il carcere, sono il suo pane quotidiano, e non sarà facile per lui staccarsene e provare a vicvere la sua vita.

8-12 è una data che Michele non scorderà mai. Ha solo 3 anni quando suo padre Francesco, boss della zona, viene assassinato da un uomo della sua stessa famiglia. Da allora la vita di Michele non è più la stessa, con una famiglia allo sbando e senza la guida di suo padre. Ecco perché 8-12 è per Michele una brutta data, con un forte valore simbolico: l’8, girato in posizione orizzontale, rappresenta il simbolo dell’infinito e il 12 rappresenta l’ultimo mese dell’anno. Perciò l’8-12 è l’inizio dei suoi problemi, l’inizio della sua infinita fine.

Alla presentazione, oltre all’autore, saranno presenti il vicesindaco Andrea Benini, il giornalista de Il Tirreno Emilio Guariglia e padre Fabrizio Valletti.

Padre Valletti è un gesuita, caro alla comunità di Follonica dove negli anni ’70 ha svolto la sua attività operando in modo innovativo nella vita di quartiere e nel settore della scuola e dell’educazione: oggi è direttore del Centro Hurtado di Scampia ed è stato nominato Testimone di pace del 2008, proprio per la sua opera nel quartiere di Scampia a Napoli.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.