Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Buche nelle strade, rifiuti, degrado nei giardini: le segnalazioni dei cittadini su Mappa Attiva foto

Più informazioni su

di Barbara Farnetani

GROSSETO – Proseguono e sono tantissime le segnalazioni sulla nostra Mappa Attiva, la carta della città di Grosseto su cui appuntare le cose da rifare e da aggiustare. Ci sono segnalazioni che riguardano lo stato di manutenzione dei giardini o delle strade o i luoghi in cui si accumula con più frequenza la spazzatura.

Si va da via Tirso che, ci segnalano, ha il manto stradale dissestato, a via Tripoli che viene definito «un percorso di guerra. Nell’ultimo tratto assomiglia ad una strada di campagna. Le buche, lasciate dalle ormaie dell’autobus, rendono pericoloso il transito con le due ruote, ma anche con l’auto. Si dovrebbe intervenire senza troppe difficoltà, il tratto non è lunghissimo» afferma un nostro lettore.

«Volevo segnalarvi la presenza di buche in via Vetulonia – segnala un altro – all’altezza del rondò e viale Michelangelo prima del nuovo bar». Mentre in un’altra segnalazione si legge «La Sp 146 Aquilaia è abbandonata: 5 tratti di strada da 100 metri con lavori in corso da 2 anni, buche e solchi profondi anche 20 centimetri, che sono un vero pericolo per persone e veicoli. Neanche il divieto di transito oltre le 32 tonnellate non viene rispettato».

«Vorrei sapere – chiede un lettore – che fine farà via Germania quando verrà ultimata la viabilità per il nuovo centro commerciale il Commendone. La nuova viabilità (una strada a doppia corsia e una strada secondaria) ha eliminato in parte due zone di verde pubblico utilizzato a giardino con panchine a servizio della comunità. E perché ancora non è stata ultimata via Senegal?»

«Lungo via Michelangelo, all’intersezione con via Masaccio – segnala un lettore sollevando un altro problema -, le auto vengono sistematicamente lasciate in divieto di sosta ostruendo la visuale per chi da via Masaccio deve accedere a via Michelangelo, così producendo una situazione obiettivamente pericolosa in quanto è impossibile vedere le auto che sopraggiungono lungo la via Michelangelo. Già fatta segnalazione al Comune. Mai vista una multa sui parabrezza delle auto in divieto di sosta».

Quanto poi ai rifiuti c’è chi segnala che sulla strada di campagna La Macchia (nella foto in alto), verso Istia, « Il cassonetto è sempre pieno, con la presenza di rifiuti intorno anche di grandi dimensioni quali frigoriferi e altri elettrodomestici/mobili/gomme per auto». Il resto delle situazioni di degrado riguardano invece al città: «Il giardino del Sacro Cuore – scriveva un nostro lettore il 18 febbraio postando una foto (foto in basso) – è da più di una settimana che è in queste condizioni», mentre il 14 febbraio qualcuno segnalava «I giradini di via signorelli sono 10 giorni che sono in condizioni indescrivibili. Cestini dei rifiuti stracolmi, rami spezzati un po’ ovunque». Infine sempre, a metà a febbraio, si legge «degrado al parco giochi di via Orazio Coclite, rifiuti e degrado».

Per vedere tutte le segnalazioni o per postarne di nuove si può cliccare su questo LINK

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da caterina

    Buonasera, sicuramente sarà già stato denunciato lo stato di abbandono di via Michelangelo, che, a causa dei lavori effetuati in via Masaccio, e comunque già da prima, è in condizioni terribili, segnata da una miriade di buche più o meno profonde tale da rendere pericoloso il suo percorso sia in bicicletta che in motorino.
    Di fronte ai tanto problemi gravi denunciati dai cittadini l’erbaccia che cresce sui marciapiedi in prossimità dei muretti di separazione degli edifici,così come i tombini dove dovrebbe scorrere l’acqua quando piove,.pieni di lattine e bottigliette ,carta e robaccia varia, sembrano svantaggi minimi, ma in realtà non lo sono! Sono parte di quel degrado che da un lato non è bello da vedere e dall’altro sono causa di inondazione delle strade in condizione di forti burrasche , sia d’estate che d’inverno.Vorrei inoltre fare presente la zona di via Sicilia e via lombardia. Insegno all’ISIS Fossombroni e su questa via si trovano due scuole, la elementare e l’istituto superiore. Bene, da un lato non sarebbe più possibile parcheggiare le auto perchè è stata tracciata una sorta di ciclabile (ma le auto sono perennemente in divieto di sosta) , a volte anche in doppia fila perchè alle 8 e alle 13 i genitori vengono a a prendere i figli e non sanno dove parcheggiare( e qui semre mi chiedo: ma una città che si gloria di essre ecosostenibile, vocata al turismo verde e cuore del biologico, non dovrebbe dare di sè un aspetto diverso, simile a quello di tante cittadine tedesche dove è privilegiato l’uso della bicicletta e le scuole sono in aree riservate che è facile raggiungere?). Inoltre i marciapiedi sono sporchissimi con tanta gioventù grande e piccola nei paraggi e la sporcizia lasciata dai cani lasciati liberi o da padroni sprovisti di sachetti (purtroppo l’aducazione al rispetto dell’ambiente sembra una moda suparata) e la pulizia una volta alla settimana non è sufficiente. Allora, se il sindaco giustamente si indigna doi fronte all’inciviltà di certi cittadini, ma osserva anche che l’indignazione non è sufficiente,rispolveriamo progetti di educazione nelle scuole elementari e medie,e vediamo se è possibile contribuire ad un aspetto migliore della nostra città! Grazie dell’ascolto!