Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tirar su una città… le radici della Grosseto moderna dal ‘900 ad oggi

Più informazioni su

GROSSETO – Tra i caratteri originali della città di Grosseto risalta la modernità. È città divenuta tale nel corso del Novecento, con un’esplosione demografica nella seconda metà del secolo. La conoscenza di questo percorso di trasformazione attraversa la storia sociale e politica, dello sviluppo economico e delle caratteristiche ambientali, oltre il punto di vista del progetto architettonico, dell’armonia o disarmonia del paesaggio urbano.

Nella città è “scritta” la storia della comunità locale – il lavoro con cui è stata costruita, quanto e come e quando i decisori politici hanno operato per darle il volto che nel tempo ha assunto e via via cambiato. Il programma di iniziative dell’anno scolastico in corso, proseguendo la strada tracciata da laboratori didattici, ricerche e mostre realizzate dalla Scuola Media “G. Pascoli” e dall’Istituto Geometri “A. Manetti” nel 2013, prevede un approfondimento delle conoscenze e dell’uso didattico delle fonti, parallelamente allo sviluppo di una ricerca storica sul secondo Novecento.

Presso la sede Ance in via Monterosa a Grosseto si terrà il 13 marzo alle 16.30 il secondo incontro del progetto didatrtico: “Tirar su una città… non è cantare una canzone”, con Pietro Pettini Presidente dell’Ordine degli architetti di Grosseto che terrà una relazione dal titolo L’architettura e l’urbanistica di Grosseto nel Novecento e Mauro Carri Direttore dell’ANCE di Grosseto che terrà una relazione dal titolo Dissesto idrogeologico: prevenire per conservare.

Nel corso dei quattro mesi: laboratori didattici con insegnanti e studenti, a cura di Luciana Rocchi e Elena Vellati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.