Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giornata mondiale del rene: a Follonica e Massa Marittima screening gratuiti

FOLLONICA – Screening gratuito a Follonica il 13 marzo, per la Giornata mondiale del rene. Gli incontri sono organizzatio dalla Fir (Fondazione del rene) Toscana Onlus, insieme alla CRI comitato di Follonica, all’associazione Misericordia di Massa Marittima ed all’AVIS di Massa Marittima. Gli screenig si dvolgeranno a Follonica presso la sede CRI ed a Massa Marittima presso la sede della Misericordia in via Ximenes. Lo screening consisterà nel raccogliere una anamnesi, valutare la pressione arteriosa, il peso corporeo, l’altezza e nel determinare il rischio dell’utente di sviluppare patologia renale.

Questa iniziativa è realizzata dalla collaborazione di quattro associazioni di volontariato operanti in comuni differenti che in sintonia si adoperano per offrire alla cittadinanza un’importante occasione di valutazione nefrologica gratuita. Lo screening è dedicato ad adulti e minori accompagnati dai genitori. La Fir Toscana Onlus recentemente costituita da un gruppo di pazienti nefropatici, dai loro familiari e da figure professionali sanitarie multidisciplinari (Infermiere, Medico di Medicina Generale, Nefrologo, Cardiologo, Urologo) ha come scopo il miglioramento della vita del paziente nefropatico e dei suoi familiari e la prevenzione della patologi renale cronica.

«Oggi il 10 % della popolazione è affetta da patologie nefrologiche è quindi importante intervenire nelle fasi precoci per riconoscere – affermano gli organizzatori -, curare e nelle forme croniche rallentare l’evoluzione verso il trattamento dialitico e/o il trapianto. La prevenzione della patologia renale cronica attraverso la correzione dei fattori di rischio ( fumo , obesità , ipertensione arteriosa, dislipidemia, Diabete Mellito, iperuricemia.. ) e l’adozione di un corretto stile di vita (dieta iposodica, ipolipidica , normocalorica, adeguata attività fisica quotidiana…) insieme ad un uso corretto dei farmaci (evitare l’automedicazione e rispettare le prescrizioni mediche) è la strategia migliore per conservare una buona funzione renale».

«Avere dei reni in buona salute protegge dal rischio di sviluppare patologie cardiache, cuore e reni sono legati a doppio filo – affermano Lorena Tavarnesi e Nicola D’Aprile presidente e vicepresidente Fir Toscana -: la patologia cardiaca , in particolar modo la cardiopatia ischemica è uno dei fattori di rischi dell’insufficienza renale e d’altronde la patologia renale cronica è un fattore di rischio per lo sviluppo di cardiopatia ischemica ed insufficienza cardiaca congestizia. E’ impossibile curare il cuore se non si pensa a curare i reni e viceversa ecco l’importanza di seguire i pazienti in equipe multidisciplinari e fare prevenzione nei termini più ampi possibili a partire dallo stile di vita che si apprende nei primi anni dell’accrescimento».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.