Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vela: concluso il 39° campionato invernale dell’Argentario

MONTE ARGENTARIO – Disputate le ultime prove del 39° Campionato Invernale dell’Argentario organizzato dal Circolo Nautico e della Vela Argentario di Cala Galera. Le quattro prove in programma nelle due giornate valevano anche per l’assegnazione del 9° Trofeo Fabrizio Serena di Lapigio in memoria dell’amatissimo presidente grande velista. Puntuale la partenza alle 12.00 di sabato ma a pochi secondi dal via il Comitato di Regata si vedeva costretto ad annullare la partenza e spostare il campo di regata per un repentino salto del vento che passava da tramontana a grecale proveniente da 40° con raffiche di 25-30 nodi. Ben faceva il Comitato a posizionare la boa di bolina sotto il promontorio dell’Ansedonia, sotto la Torre S. Pancrazio. Infatti ne risultava un bellissimo campo di regata con vento fortissimo e rafficato alla partenza, al largo, e più tranquillo nel golfo e alla boa di bolina e barche costrette a partire con vele ridotte, con una o due mani di terzaroli, ma poi a togliendoli a ridosso della boa di bolina dove il vento diminuiva di intensità.

Nella categoria I.R.C. regata, nel 1° raggruppamento, imprendibile Vani Te’ il Grand Soleil 43 di Mario Aquila che vinceva alla grande entrambe le prove. Nel 2° raggruppamento battaglia fino all’ultimo bordo tra Otaria, il Comet 38 di Marco Paoletti (che vinceva la prima prova) e Miles Ahead il First 30 di Michele Mariotti che invece vinceva la seconda (anche perchè, a differenza di Otaria, nonostante il fortissimo vento issava lo spi nelle andature di poppa). Nella categoria O.R.C. Pierservice -Luduan, il Grand Soleil 46 di Enrico de Crescenzo, con Pierfrancesco Costagliola al timone ed un equipaggio di “Montargentarini”si aggiudicava la prima prova issando un magnifico spinnaker soprannominato “il drago”, incurante del fortissimo vento di grecale. Nella seconda prova invece vittoria e bella prova di Ulika lo Swan 45 di Andrea Masi. Infine nella categoria Diporto (imbarcazioni che regatano a “vele bianche”) si aggiudicava entrambe le prove “My Fair Lady”, l’Este 39 di Massimo Cadeddu.

Domenica mattina, ultima giornata del Campionato e del Trofeo Fabrizio Serena grande tensione in banchina sia per l’attesa della partenza delle ultime prove (fondamentali per l’assegnazione dei titoli) sia perchè il vento, proveniente da greco-levante, soffiava inizialmente con raffiche di 30 – 35 nodi con sole ed aria limpida primaverile.Il Comitato, saggiamente aspettava, per dare la partenza, che il vento scendesse a livelli accettabili cioè a 15 – 20 nodi. Ne risultavano due prove bellissime con vento proveniente, come il giorno precedente, da 40° con boa di bolina, sotto (qualcuno sostiene “troppo”) Ansedonia con salti di vento sia di intensità che di direzione e conseguente rimescolamento delle posizioni.

Vani Te’ di Mario Aquila vinceva entrambe le prove facendo “poker” nel Trofeo Fabrizio Serena (vincendo infatti quattro prove su quattro) nella categoria I.R.C. Regata del 1° Raggruppamento; nel 2° raggruppamento grande affermazione di Miles Ahead di Michele Mariotti che anche lui vinceva entrambe le prove. Ulika si rifaceva nella categoria O.R.C. dove vinceva entrambe le prove. Nella categoria I.R.C. Diporto Massimo Cadeddu su My Fair Lady si aggiudicava anch’egli entrambe le prove.

In conclusione la classifica del Trofeo Fabrizio Serena (4 prove senza scarto disputate l’8 ed il 9 Marzo) vedeva la seguente classifica:

I.R.C. Regata 1° Raggruppamento
1° Class. VANI TE’ di Mario Aquila cui veniva assegnato anche il bellissimo Trofeo Challenge;
2° Class. ULIKA di Andrea Masi;
3° Class. PIERSERVICE – LUDUAN di Enrico de Crescenzo.
I.R.C. Regata 2° Raggruppamento
1° Class. MILES AHEAD di Michele Mariotti;
2° Class. OTARIA di Marco Paoletti;
3° Class. ID&A di Augusto Massaccesi.
Categoria O.R.C.
1° Class. ULIKA di Andrea Masi;
2° Class. PIERSERVICE – LUDUAN di Enrico de Crescenzo;
3° Class. APHRODITE di Giuseppe Pierfrancesco.
Categoria DIPORTO
1° Class. MY FAIR LADY di Massimo Mariotti;
2° Class. BRUTTIVIZI 2 di Stefano Nasi;
3° Class. COCOON di Alessandro Carocci.

I vincitori del Trofeo Serena venivano premiati direttamente dalla Baronessa Giovanna Serena di Lapigio (con delle bellissime ciotole in porcellana fine da lei stessa realizzate) alla presenza delle autorità Comunali (rappresentate dal Sindaco di Monte Argentario Ing. Arturo Cerulli e dall’Assessore Michele Lubrano), da quelle portuali, (rappresentate dal Comandante della CCPP di Porto Santo Stefano Monica Selene Mazzarese) e dal Vice-Presidente della II^ zona FIV Alessandro Testa.

La premiazione, simpaticamente condotta dal Consigliere allo Sport del CNVA Massimo Mariotti proseguiva con la premiazione dei vincitori delle due  Manche che risultavano essere:
Per la 1^ manche:
ULIKA I.R.C. 1° Ragg.
OTARIA I.R.C. 2° Ragg.
ULIKA O.R.C.
MY FAIR LADY I.R.C. Diporto

Per la 2^ manche:
VANI TE’ I.R.C. 1° Ragg.
MILES AHEAD I.R.C. 2° Ragg.
ULIKA O.R.C.
MY FAIR LADY I.R.C. Diporto

La classifica generale finale dell’intero Campionato dopo le 18 prove disputate (19 per la cat. Diporto) e considerati i tre scarti dei peggiori risultati, vedeva i seguenti vincitori salire sul podio.
Categoria I.R.C. 1° Raggruppamento
ULIKA 1° Class.
VANI TE’ 2° Class.
APHRODITE  3° Class.
Categoria I.R.C. 2° Raggruppamento
MILES AHEAD 1° Class.
OTARIA  2° Class.
ID&A 3° Class.
O.R.C.
ULIKA 1° Class.
PIERSERVICE – LUDUAN 2° Class.
APHRODITE 3° Class.
DIPORTO
MY FAIR LADY 1° Class.
BRUTTIVIZI 2 2° Class.
COCOON 3° Class.

A Ulika veniva assegnata anche la bellissima coppa Challenge Spingardi come 1° Class. in assoluto. Allegro rinfresco al termine della premiazione con appuntamento al prossimo evento, il Trofeo Caravaggio, il prossimo 29 e 30 Marzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.