Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Governo del territorio, il Pd discute la nuova legge regionale

Più informazioni su

di Lorenzo Falconi

GROSSETO – La nuova legge regionale per il governo del territorio è stata messa al centro di un convegno organizzato dal Pd, con l’intento di ripensare, dialogare, decidere. Lo strumento avanzato di pianificazione e di tutela del paesaggio, in fin dei conti, può rappresentare il veicolo giusto per un nuovo sviluppo sostenibile. In estrema sintesi, si tratta di valorizzare al meglio le risorse del territorio. La nuova proposta di legge della giunta regionale in materia di governo del territorio, punta a riformare la precedente. Con la revisione della legge, quindi, si focalizzano quattro obiettivi fondamentali che riguardano la limitazione del consumo del suolo per una più efficace tutela del territorio, la semplificazione dei procedimenti, la valorizzazione della partecipazione e un significativo miglioramento per quanto concerne la certezza applicativa delle norme. Al convegno, promosso dal gruppo consiliare del Pd Regione Toscana, hanno partecipato il segretario provinciale Barbara Pinzuti, il presidente della Provincia Leonardo Marras e Ivan Ferrucci, in qualità di presidente del gruppo consiliare regionale del Pd.

Per quanto riguarda i contenuti della proposta di legge, essa mantiene l’impianto generale della precedente, ma cercando di migliorare molti aspetti. Si tratta di una legge che resta complessa e per la quale il 13 marzo sono previste consultazioni con gli enti locali, gli ordini professionali e le associazioni produttive, per poi passare alla valutazione degli emendamenti. Passi in avanti per aperture inerenti alla partecipazione che punta anche a modificare il rapporto tra gli enti, con una collaborazione orizzontale e con scelte meno verticistiche.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.