Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“La mia vita è cominciata dalla fine” il racconto dei lager nazisti fatto dai ragazzi del Rosmini

Più informazioni su

GROSSETO – Il 27 gennaio quella che fu una bambina dei lager, Halina Birenbaum, è stata a Grosseto. Sopravvissuta a Majdanek e Auschwitz-Birkenau, è una poetessa che vive a Tel Aviv. Due classi dell’Istituto Rosmini di Grosseto, sotto la guida del professor Fabio Cicaloni, hanno curato la prima traduzione in italiano di una sua opera. Si è scelto quest’anno di seguire questo tema declinandolo in una dimensione europea. Infatti, tra 1940 e 1945 molti bambini attraversano confini in Europa in cerca di rifugi per sfuggire al lager.

Per consentire anche a chi non ha potuto incontrare di persona la poetessa di conoscere il valore della sua opera e della sua testimonianza, l’ISGREC si fa promotore dell’incontro di mercoledì 5 marzo alle Casette cinquecentesche al Cassero mediceo, alle ore 15. All’incontro, dal titolo “La mia vita è cominciata dalla fine”, prenderanno parte Fabio Cicaloni e gli studenti del Liceo Linguistico Rosmini di Grosseto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.