Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incidente stradale, grave ciclista: si era fermato a pregare sul cippo dove era morto il figlio – FOTO foto

di Barbara Farnetani

BRACCAGNI – Si erano appena fermati al cippo che ricorda il luogo dove è morto il ciclista Andrea Nencini, una tappa doverosa anche perché del gruppo di ciclisti amatoriali che stavano attraversando la campagna tra Grosseto e Roccastrada faceva parte anche Renzo Nencini, padre dello sfortunato ciclista maremmano.

Il gruppo, una decina di persone, è poi ripartito, ma sulla dritta dell’Olmini, subito dopo Braccagni, due dei ciclisti si sono agganciati, rovinando a terra. Il primo ha urtato una spalla e non ha riportato lesioni serie, mentre l’altro, Sergio Nencini, ha sbattuto violentemente la testa a terra perdendo conoscenza.

Il suo stato di salute ha impensierito gli amici che hanno chiamato i soccorsi: due ambulanze del 118 e della Croce rossa, i Vigili del fuoco, i Carabinieri e l’elisoccorso Pegaso su cui è stato caricato Nencini per essere trasportato all’ospedale Misericordia di Grosseto dove sono in corso accertamenti medici.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.