Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Santa Fiora torna l’antica tradizione del “Carnevale Morto”, tra culti pagani e goliardia

Più informazioni su

SANTA FIORA – Sono molti gli appuntamenti che si susseguiranno a santa fiora per il prossimo week-end di Carnevale: si comincia sabato 1 marzo, a partire dalle ore 16:00 in piazza Padella a Marroneto, con le celebrazioni del famoso “Carnevale Morto”. La “Compagnia dei Gobbi/Befanotti” anche quest’anno farà rivivere la tradizionale rappresentazione del Carnevale Morto, uno spettacolo che non conosce eguali in tutta la Maremma. Si tratta di una manifestazione assai antica, messa in scena fino al secondo dopoguerra, e poi ripresa dai cittadini di Marroneto a partire dal 1982.

Le sue radici affondano negli antichi culti popolari della prosperità agricola: in origine era infatti una specie di celebrazione in onore della terra, con lo scopo di “ingraziarsi” la fortuna in vista dell’imminente ripresa (dopo il letargo invernale) delle attività contadine. Tuttavia, nella tradizione popolare, il carnevale rappresenta anche quel momento di “vuoto del sacro” che intercorre tra l’epifania e la quaresima. Un intervallo di tempo in cui le gerarchie ufficiali e l’ordine costituito, in vigore per tutto il resto dell’anno, vengono sovvertiti e ridicolizzati. Il Carnevale Morto di Marroneto incarna perfettamente tutte queste componenti. La festa è una specie di processione goliardica itinerante, animata da alcune figure principali (Carnevale, Dottore, Notaio, Crumiri, Quaresima, Gaudenti), le quali “celebrano”, assieme a tutta la popolazione intervenuta, la morte del Carnevale e la sua successiva dipartita. La “processione” è strutturata secondo varie tappe, tra le quali spiccano il “Trionfo del Carnevale”, l’“Incontro con la Quaresima”, il “Testamento”, “il Trasporto Funebre” e il “Sacrificio”. Il corteo è accompagnato dall’intrattenimento musicale dei Gobbi/Befanotti, che per tutta la durata del rito allietano i partecipanti con canti e balli originali della tradizione carnevalesca di Marroneto, i quali hanno le loro radici nell’antica comunità dei tagliaboschi amiatini (da qui il nome e la qualifica di “gobbi”). Per non svelare la sorpresa non andremo oltre nel racconto della dinamica della “processione” del Carnevale Morto, vi invitiamo perciò a Marroneto per assistere ad uno spettacolo davvero unico. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà, seppur in forma un po’ ridotta, all’interno dei locali del Circolino di Marroneto. Per informazioni si prega di contattare Vanni Radicchi (3473653849) e Mirco (3288055137).

Sempre sabato 1 marzo, alle ore 21:00, l’Associazione “Contrada di Santa Fiora” organizza il Carnevale in Piazza. Siete tutti invitati, preferibilmente in maschera, a trascorrere una serata in Piazza Garibaldi: una occasione per stare insieme in allegria, accompagnati da buona musica e simpatici premi.

Domenica 2 marzo i festeggiamenti continuano. A Santa Fiora la “Filarmonica G. Pozzi”, in collaborazione con la Pro Loco Santa Fiora e l’Associazione “The State of the art”, organizza il “Carneval…Musicando”. A partire dalle ore 15:30 si esibiranno in Piazza Garibaldi la “Scuola di Musica” della Filarmonica Pozzi di Santa Fiora e la “Young Soul Band”, della Filarmonica G. Marangoni di Pienza. A seguire (alle ore 18:30 circa) è prevista un’apericena sotto il portone, allietata dalla selezione musicale di DJ Adyan. Anche in questo caso, se verrete mascherati, potrete partecipare all’estrazione di gadget e premi carnevaleschi. In caso di maltempo l’esibizione delle scuole di musica si svolgerà nel Municipio di Santa Fiora, all’interno della Sala del Popolo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.