Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bizzarri assolto nel caso della lottizzazione Turi. «Nessun risarcimento»

Più informazioni su

SCARLINO – Assolto dall’accusa di “inerzia nell’esercizio dei doveri”. Finisce così per il sindaco Maurizio Bizzarri una vicenda che risale al 2006 e che si riferisce ad una lottizzazione di Scarlino scalo (eredi Turi). La denuncia che era stata presentata contro Bizzarri conteneva anche una richiesta di risarcimento danni patrimoniali e non patrimoniali di 6.000.000 di euro, in proporzione ai numeri del piano, che aveva una volumetria residenziale di 40.000 metri cubi e 80 unità immobiliari di circa 160 metri quadrati ciascuna.

«L’accusa con la quale i proprietari del terreno mi avevano citato in giudizio – spiega Bizzarri – è di aver ritardato la convocazione del Consiglio comunale per l’adozione del piano di lottizzazione».

Una accusa che è poi caduta in un nulla di fatto facendo cadere a sua volta anche la richiesta di risarcimento che a questo punto non ci sarà.

«La sentenza del Tribunale di Grosseto, di pochi giorni fa, – spiega Bizzarri – mi scagiona e mi assolve, in qualità di privato cittadino, dall’accusa di inerzia e quindi dal risarcimento, motivando come segue: il sindaco “se anche omise di convocare il consiglio comunale nei termini, lo fece non già in spregio dei propri doveri o addirittura per favorire altri soggetti, bensì perché erano in corso contatti informali volti a rendere il piano accoglibile, ed i ritardi furono imputabili proprio a difetti del piano non emendati dai proprietari. Ciò porta ad escludere che gli attori abbiano fornito la prova di colpa grave e/o dolo del Bizzarri, escludendo l’inerzia o l’immotivata mortificazione delle ragioni degli istanti”».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.