Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gavorrano ritrova il sindaco, festa alla Casa del Popolo. «Siamo già a lavoro, presto i primi interventi» foto

di Daniele Reali

GAVORRANO – Il primo consiglio comunale “post sentenza” a Gavorrano si dovrebbe tenere entro il mese di marzo, quasi sicuramente nella settimana che va dal 20 al 27.

A confermarlo è direttamente il sindaco Elisabetta Iacomelli durante la festa organizzata alla Casa del Popolo di Bagno di Gavorrano dalla sua coalizione per il ritorno alla guida dell’amministrazione comunale. E proprio lei, che ha “riconquistato” la fascia tricolore da appena una settimana ha annunciato quali saranno i primi passi della sua giunta nei prossimi giorni (nella foto l’intervento della Iacomelli durante l’incontro alla Casa del Popolo: con lei tutta sua amministrazione).

«In questa prima settimana abbiamo fatto il punto della situazione in tutti i settori. È ovvio che in questo momento la priorità per noi sarà bilancio. Di idee ce ne abbiamo tante e vogliamo ripartire con alcune opere pubbliche. Stiamo facendo una verifica sui residui per recuperare risorse da investire». E tra gli interventi che a breve saranno messi in atto anche la riorganizzazione del personale. «Di recente ci sono stati due pensionamenti e quindi dobbiamo verificare se ci sono le condizioni per poter assumere nuovo personale. C’è comunque bisogno di un riassetto generale del comune e vedere se ci sarà la possibilità di integrare il personale».

Un ritorno, quello in municipio, che la Iacomelli definisce improvviso: «nel giro di due giorni dalla sentenza siamo tornati in comune e siamo già operativi da lunedì scorso. Abbiamo già fatto la prima giunta».

Dal punto di vista politico nulla è cambiato soprattutto all’interno della coalizione di maggioranza. «Rimaniamo compatti – dice il sindaco – così come lo siamo stati anche nei momenti più difficili. Quello che è cambiato rispetto a qualche mese fa è che adesso abbiamo la certezza di poter governare fino al 2018 e di poter programmare. Fino alla sentenza del 13 febbraio l’amministrazione è stata un po’ rallentata anche per le continue scadenze che avevamo, al Tar prima e al Consiglio di Stato dopo» (nella foto da sinistra Elisabetta Iacomelli, Daniele Tonini, Giorgia Bettaccini, Ester Tutini – Foto Giovanni Rossetti).

Per recuperare i cinque mesi di stop, confermano dalla maggioranza, i prossimi mesi saranno decisivi. «Se ci saranno strascichi dal punto di vista amministrativo non lo so – dice la Iacomelli riferendosi alla vicenda che ha di fatto congelato la sua amministrazione da ottobre a oggi – ma ci siamo dati come priorità quella di marciare velocemente nelle prossime settimane e cercare di recuperare il quel rallentamento che il ricorso ha creato». Dal punto di vista politico invece la Iacomelli non si sbilancia. «Attendiamo il primo consiglio comunale e vediamo come si comporta l’opposizione. Spero che siano presenti e che siano propositivi».

A salutare il sindaco “ritrovato” insieme ai rappresentanti della coalizione del Centrosinistra Unito, a simpatizzanti e cittadini, erano presenti anche il presidente della provincia Leonardo Marras, l’assessore regionale Annarita Bramerini, l’onorevole Luca Sani, il segretario provinciale del Pd Barbara Pinzuti, quello del Psi Francesco Giorgi e Marco Simiani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.