Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nel Consiglio comunale del Giglio si è parlato di Concordia e collegamenti con la terraferma

ISOLA DEL GIGLIO – Nel Consiglio Comunale di giovedì 20 febbraio il Sindaco Sergio Ortelli ha informato i consiglieri sullo stato del processo in corso a Grosseto per la vicenda della Costa Concordia in cui il Comune è costituito parte civile, assicurando una presenza professionale nella difesa della comunità gigliese e del danno subìto a seguito del naufragio del 2012. Si è parlato anche di rimborso e di rapporti con la società Costa Crociere. Il sindaco ha, altresì, aggiornato sulla situazione con la società Coseca che è in fase di possibile liquidazione in seguito del nuovo assetto societario costituito da Sei Toscana, nuova affidataria del servizio dopo la gara regionale. Nei giorni scorsi si è tenuta nei giorni scorsi una’assemblea dei sindaci durante la quale sono stati evidenziati i debiti e crediti della società, cui i Comuni saranno chiamati a far fronte ognuno per la propria quota parte. Un ultimo accenno infine è stato riservato alla vicenda con il Consorzio di Giannutri che si trascina ormai da tempo e per la quale il sindaco ha invitato tutti alla prudenza per le vertenze che lo stesso Consorzio ha intentato contro l’Amministrazione Comunale.

Tra i punti all’ordine del giorno approvato anche un atto di indirizzo per i collegamenti con la terraferma. Il documento, dopo un’ampia discussione, è stato votato all’unanimità. Tra gli obiettivi quello di promuovere un tavolo di concertazione con la Regione Toscana, Provincia di Grosseto, i Comuni di Monte Argentario e di Orbetello, il Ministero delle infrastrutture, il Ministero dell’Ambiente, attraverso la Capitaneria di Porto di Livorno e la Soprintendenza di Siena, al fine di avviare lo studio preliminare per lo spostamento (o integrazione) del porto commerciale a Talamonaccio, nel comune di Orbetello. Tra le premesse, vi si legge che il collegamento storico con la terraferma al Giglio, infatti, era anticamente garantito dal porto di Talamone e che negli ultimi anni il collegamento è stato sempre più difficile per l’assenza di una dignitosa stazione marittima a Porto Santo Stefano. Viene anche ricordato che i problemi di collegamento si sono ulteriormente aggravati a causa del moltiplicarsi degli accessi e degli accosti all’interno del Porto, conseguenti all’aumento degli operatori nei collegamenti di linea, così come si evidenziano i problemi di circolazione e gestione dei flussi in arrivo e partenza per il Giglio a Porto Santo Stefano. «Mentre, in località Talamonaccio è già presente e funzionale un sito per il commercio marittimo che con modesti investimenti e breve tempo di realizzazione, si potrebbe aggiornare anche agli standard per il trasporto passeggeri”», sito che peraltro sarebbe vicino alle vie di comunicazione dell’area, stradali e ferroviarie. Il Consiglio Comunale ha poi votato, sempre all’unanimità, il regolamento comunale del servizio di ristorazione scolastica, il rinnovo della convenzione alla Pro Loco di Isola del Giglio, l’adesione al servizio denominato “Sistema Informativo Geografico di Area Vasta” (SIGAV) tramite convenzione con la Provincia di Grosseto. È stato infine votato il riconoscimento di legittimità e provvedimenti di copertura per un debito fuori bilancio.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.