Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bandinelli: proteggere il territorio non significa ingessarlo. Il programma per Magliano

MAGLIANO IN TOSCANA – Sfruttare al massimo le potenzialità del comune di Magliano in Toscana soprattutto nei settori «agricolo, turistico, enogastronomico ed archeologico». È l’obiettivo di Fausto Bandinelli candidato alle primarie in forza PD a Magliano in Toscana. «Siamo prossimi ad un accordo definitivo con le altre forze della coalizione, per quanto riguarda regole, tempi e programmi delle prossime primarie – spiega Bandinelli -. Importante sarà anche individuare il miglior modo possibile con cui realizzare le spinte sinergiche provenienti dal Parco Regionale della Maremma, parte del quale ricade nel nostro territorio comunale».

«Opera sicuramente necessaria dovrà essere il ripristino di tutte le dogane che dal mare portano verso l’entroterra. Potranno essere così sfruttate per il turismo equestre oppure per percorsi ciclabili in mountain-bike.Indispensabile sarà anche cercare di offrire agli eventuali avventori una permanenza divertente, che possa spaziare dal trekking a cavallo fino a una giornata di degustazione dei nostri ottimi prodotti enogastronomici».

Bandinelli punta poi al «Completamento dell’informatizzazione dei servizi comunali, che consentirà risparmio di risorse per l’ente e di tempo per i cittadini. Il Consorzio unico delle strade vicinali ed assegnazione di entità giuridica a tutte le strade ricadenti nel territorio comunale. La mappatura GPS di tutto il territorio comunale, con nome delle famiglie e dei loro componenti, da inviare alla prefettura ed a tutti gli organi predisposti al soccorso. Questo permetterà ai soccorritori di individuare il luogo dell’intervento anche nelle ore notturne ed in assenza di persone pratiche del territorio, in quanto tutti gli enti che operano in emergenza sono dotati di apparecchiature GPS. Presa di posizione netta ed intransigente per far rimanere i servizi essenziali nei paesi del comune, come uffici postali, presidi sanitari e quant’altro, al fine di evitare lo spopolamento del territorio. Riguardo agli aspetti paesaggistici, ritengo precisare che il territorio vada preservato ma non ingessato, poiché il modo migliore per difenderlo è quello di dare una aspettativa di reddito a chi da sempre lo popola».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.