Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ambiente e sport conoscendo la risorsa mare. Gli studenti riscoprono il litorale

di Lorenzo Falconi

GROSSETO – Vivere il mare attraverso lo sport e coinvolgendo la scuola. Parte da questo principio il progetto dell’associazione Terramare che interesserà circa 300 studenti delle 12 classi della scuola media G.B. Vico di Grosseto. “Sport Ambiente: il mare nella scuola”, questo il titolo dell’iniziativa che punta a far conoscere meglio il territorio dove viviamo, e aiutare gli studenti a salvaguardarlo tramite lo sport. Si tratta, tra l’altro, di vivere l’ambiente mare anche attraverso una stagionalità differente dal periodo puramente estivo, dato che l’iniziativa si svilupperà a partire dai primi di marzo, per arrivare a giugno. «L’obiettivo del progetto – spiega Maurizio Zaccherotti, presidente Terramare – è portare l’essenza del mare nella scuola, dando la possibilità agli studenti di appassionarsi alle varie discipline sportive e tutelare così il territorio in cui vivono. Il trekking marino fatto in canoa, le escursioni e i giochi di un tempo favoriscono l’apprendimento delle nozioni base dell’ecologia marina e costiera. E’ proprio per questo che vogliamo far capire agli studenti l’importanza di conservare i litorali, fruire della sostenibilità degli stessi, e diventare così sentinelle del territorio».

Il progetto è diviso in due parti: la prima fatta a terra, la seconda a mare. Per la parte a terra sono in programma le olimpiadi costiere: laboratori che insegnano a conoscere i vari luoghi dove verranno effettuate le attività motorie, e che proseguiranno con giochi, staffette, salto ostacoli, tiro alla fune, bandierina, torneo di bocce, salto in lungo e lancio del peso. La parte svolta a mare, invece, comprende principalmente il trekking marino in canoa. Gli itinerari saranno realizzati da guide esperte e istruttori Uisp, in canoe da 4 persone sit on top (3 passeggeri e un istruttore), unendo così l’aspetto culturale e naturalistico all’aspetto prettamente tecnico-sportivo. «Per la nostra scuola è un progetto pilota significativo – osserva Roberto Mugnai, dirigente scolastico istituto comprensivo 5 -. La nostra adesione è strettamente legata al lavoro degli insegnanti e per i ragazzi sarà importante conoscere l’ambiente che li circonda sotto forma scientifica e attraverso lo sport».

L’attrezzatura necessaria per il trekking marino sarà fornita alle scuole dall’associazione Terramare, che prima della partenza insegnerà agli studenti le tecniche base di pagaiata, misure di sicurezza e accorgimenti da tenere in caso di mutamenti meteo. Tutte le attività, che partiranno da marzo e proseguiranno fino ai primi giorni di giugno, si svolgeranno principalmente presso la spiaggia libera e il tratto di mare di Marina di Grosseto in prossimità del Circolo Velico Marina di Grosseto, alla sinistra del Canale San Rocco. «Questa è l’occasione per appropriarsi della risorsa mare, riscoprire il luogo naturale a partire dalla scuola – precisa Luca Ceccarelli, assessore comunale all’istruzione -. Questa attività ci collega alla specificità del territorio di Marina di Grosseto, è una carta in più da giocare nell’opera di promozione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.