Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

«Serve una città pulita e illuminata». Ecco le ricette di De Luca per il turismo

FOLLONICA – Il turismo è una delle chiavi del programma di Francesco De Luca, candidato alle primarie del centrosinistra per il Partito democratico. Già qualche giorno fa De Luca aveva parlato di sviluppo della città grazie al turismo, ma per puntare davvero su questo settore per il capogruppo uscente del Pd c’è bisogno di interventi che migliorino l’immagine della città. In particolare De Luca individua tre settori su cui intervenire: la manutenzione delle strade, la cura del verde pubblico, la carenza di illuminazione.

«Partiamo dall’asfalto – scrive De Luca -: nel piano delle opere pubbliche rimettiamo gli stessi soldi che abbiamo tolto per finanziare il Parco Centrale, perché la città sta diventando pericolosa e i risparmi nell’asfalto rischiamo di perderli nelle cause di risarcimento fatte dai cittadini. Sul secondo punto voglio citare invece l’interessante suggerimento di un ragazzo che fa parte dell’associazione ristoratori: diamo alcuni degli spazi verdi della città in concessione gratuita a vivaisti della zona o – aggiungo io , ad attività economiche limitrofe, per ottenere un’esplosione di fiori in tutta la città e risparmi consistenti sulla gestione».

«Inoltre il nuovo bando di gara triennale sulla gestione del verde dovrà contenere linee più puntuali sulla gestione e l’abbellimento dei giardini. L’ultimo punto: i lampioni. In Italia ci sono società che si occupano di risparmio energetico: una di queste è Enel Sole (che cito solo come esempio) che alcuni anni fa si propose per realizzare un “piano dell’illuminazione” in grado di sostituire quasi gratuitamente – in vari tempi – i vecchi lampioni e di metterne di nuovi a risparmio energetico (con tecnologia a LED , in grado tra l’altro di abbattere dell’80% il costo in bolletta dell’energia per il Comune)».

«Non c’e dubbio – conclude De Luca – che per fare turismo serve una città pulita, che, oltre alle importantissime infrastrutture , abbia anche un tessuto urbano curato, fiorito e accogliente. Sembra scontato, ma non lo è».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.