Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caso Gavorrano: svolta dal Consiglio di Stato. Le prime indiscrezioni

di Daniele Reali

ROMA – Niente elezioni per il comune di Tricarico. Secondo le prime indiscrezioni rimbalzate dalla capitale, il Consiglio di Stato avrebbe emesso la sentenza relativa al caso di Tricarico, il comune della Basilicata coinvolto come Gavorrano e altri sei comuni nella vicenda dell’autentica delle firme.

Una sentenza che di fatto avrebbe confermato quella del Tar di Potenza. In pratica i giudici della quinta sezione hanno deciso di confermare la validità delle elezioni della scorsa primavera per il comune di Tricarico scegliendo una linea che in sostanza ha rigettato il ricorso contro il voto e ha stabilito che l’autenticazione delle firme effettuata da un consigliere provinciale sarebbe valida.

Ripetiamo che si tratta di indiscrezioni e che ancora ci sarebbe da aspettare l’ufficialità della sentenza. Il provvedimento non è ancora stato pubblicato sul sito istituzionale del Consiglio di Stato, ma ai legali delle parti in causa sarebbe stata recapitata in forma elettronica l’informativa sull’esito della sentenza.

La decisione per il momento riguarda il comune di Tricarico. Per Gavorrano, per avere la sentenza relativa al comune maremmano, si dovrà ancora attendere, anche se, nel caso che venissero confermate queste indiscrezioni, è ipotizzabile  una decisione del tutto simile. I casi sono effettivamente molto simili. Si tratta insomma di una svolta importante al caso Gaavorrano.

In questi casi, in attesa che la sentenza sia pubblicata, il condizionale è d’obbligo. Nelle prossime ore comunque la vicenda dovrebbe essere molto più chiara. Il comune di Tricarico a differenza di quello di Gavorrano aveva ottenuto già dal Tar della Basilicata una risposta positiva: in quel caso infatti il ricorso contro il sindaco eletto e la lista vincitrice era già stato respinto dal tribunale regionale.  Il Consiglio di Stato avrebbe quindi confermato la posizione del Tar dando il via libera definitivo al proseguo della legislatura per il sindaco del comune lucano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da valentina

    bene che si sia arrivati ad una soluzione, però per quanto tempo siamo stati sotto commissario!!! adesso salta fuori che non ce n’era bisogno!!perchè? boh….

  2. Scritto da aldo

    Sono contentissimo sia x la Giunta , e tanto x Elisabetta .Siamo troppo grandi

  3. Scritto da michele natalicchio

    E’ confermato è uscita la sentenza ufficiale del Consiglio di Stato.